IL FAI A SAN BENEDETTO

Il m° Pietro Pasquini parla dalla cantoria dell’organo Serassi di San Benedetto

Bel pomeriggio, ieri, organizzato dal Fai, delegazione di Crema nella chiesa di San Benedetto in città. Si è voluto scoprire la storia,  l’arte e la musica dell’antica chiesa costruita, su una precedente del sec. X, donata poi al monastero di Montecassino nel 1097 diventando sede di un monastero benedettino, ceduto poi nel 1520 ai Lateranensi che lo ressero fino al 1771, quando diventò parrocchia diocesana. I Lateranensi costruirono la chiesa attuale, affidandone il progetto a Francesco Maria Richino, architetto dell’arcivescovo Federico Borromeo, che la portò a termine nel 1625.

L’iniziativa del Fai ha coinvolto numeroso pubblico. Hanno parlato il prof. Carlo Piastrella che ha raccontato la storia della chiesa e del monastero annesso (oggi praticamente scomparso), don Giorgio Zucchelli che ha spiegato il significato dell’architettura barocca, e il maestro Pietro Pasquini che ha illustrato le caratteristiche costruttive e sonore dell’organo di Andrea e Giuseppe Serassi (1759), uno dei più prestigiosi della città, eseguendo anche alcuni brani musicali di Petrali. A fare gli onori di casa il parroco don Luigi Agazzi e la presidente del Fai Crema Annalisa Doneda.