BAGNOLO CREMASCO – Ammodernamento tecnologico per l’illuminazione pubblica

bagnolo cremasco
Un importante ammodernamento tecnologico sta interessando, in questi giorni, l’intero paese. La ditta Gei S.p.A, vincitrice della gara pubblica lanciata dall’amministrazione comunale, a seguito del ‘Progetto di riqualifica, adeguamento normativo ed efficienza energetica degli impianti di pubblica illuminazione’, sta infatti sostituendo tutti i corpi luce dell’illuminazione pubblica: si entra definitivamente nel futuro con la tecnologia a Led.
“L’investimento a carico della concessionaria è poco meno di 1 milione di euro, che la ditta si ripagherà con il risparmio energetico. Il Comune coprirà un canone fisso, che è pari a quanto pagavamo sino a oggi. In pratica un investimento senza costi per noi”, precisa molto soddisfatto il sindaco Doriano Aiolfi.
Stiamo parlando di circa 840 punti luce che saranno sostituiti con corpi illuminanti modello Italo 1, Italo 2 ed Eco-Rays, forniti dalla ditta italiana ‘Aec Illuminazione’ di Arezzo. L’incredibile risparmio energetico, che passerà dagli attuali 490.000 kWh a circa 162.000 kWh (praticamente un terzo del consumo attuale), andrà come detto a ripagare l’investimento della ditta che si è aggiudicata l’appalto. Il contratto di 20 anni prevede, per il Comune, un canone di circa 113.000 euro, comprensivo di gestione, manutenzione e fornitura energia elettrica dell’intera rete pubblica d’illuminazione. L’appalto prevede pure, sempre a carico della ditta Gei S.p.A, l’installazione di una colonnina di ricarica auto per veicoli elettrici (sarà posizionata nel parcheggio di via 11 Febbraio) e la posa dei cavi della fibra ottica in alcune vie centrali del paese.
La nuova tecnologia permette il tele controllo dei singoli pali: ogni malfunzionamento verrà rilevato automaticamente dal software di gestione, in possesso della ditta e del Comune di Bagnolo. “Il progetto, che vediamo concretizzarsi in questi giorni, è stato anticipato nel 2013 da una fase coraggiosa e impegnativa che ha visto il riscatto dell’intera rete di illuminazione da Enel Sole a partire proprio da quell’anno e che ha già permesso un notevole risparmio in questo lustro a favore della cittadinanza: 40.000 euro annui di risparmio sulla sola gestione dei pali (fornitura di energia esclusa)”, spiega entrando nei particolari dell’operazione il primo cittadino bagnolese.
“Siamo soddisfatti per questa operazione – prosegue Aiolfi – che tiene al passo con i tempi il nostro Comune e il nostro paese, che guarda al risparmio energetico e, cosa molto importante, alla salvaguardia dell’ambiente: si stima, infatti, che, con il passaggio alla tecnologia Led, l’ambiente ne gioverà grazie a una minore produzione di anidride carbonica (CO2) pari a circa 140 tonnellate annue!”.
La cittadinanza ha già apprezzato le prime vie completate. Presto la conclusione dell’intera opera.