CREMA – Molto bene la serata organizzata da FUCI e LIBERA con la dott.ssa Dolci

Mercoledì 30 gennaio 2019 si è tenuto l’incontro con il magistrato e coordinatrice della DDA di Milano Alessandra Dolci, dal titolo “Mafie del nord”.
La sala era gremita, con più di cento cremaschi attenti, anzi ammutoliti di fronte all’intervento preparato, preciso e coinvolgente della dott.ssa Dolci che ha parlato delle organizzazioni mafiose radicate nel nord Italia, in particolare della ‘ndrangheta, partendo dalla lettera, dei primi di gennaio, dell’ arcivescovo di Milano, mons. Delpini, il quale ha invitato tutti i parroci della diocesi di Milano a prestare particolare attenzione e preoccuparsi del radicamento dei gruppi mafiosi nei territori.
Nel’intervento di Alessandra Dolci ha fatto una richiesta d’aiuto alla società civile, alle associazioni, alle persone, perché la ‘ndrangheta non si combatte solo nelle aule di Tribunale, ma anche con le scelte e l’etica di ogni cittadino.Traiamo da ciò un insegnamento che inseriamo nella nostra scatola degli attrezzi: ognuno deve combattere bene la propria battaglia. Non sapremo se questo porterà alla vittoria, ma senza l’impegno quotidiano di tutti, la n’drangheta non verrà mai sconfitta. Un sentito grazie ad Alessandra Dolci e al numeroso pubblico intervenuto.