PREGHIERA A OMBRIANO PER L’UNITÀ DEI CRISTIANI

Settimana di preghiera per l’Unità dei cristiani (dal 18 al 25 gennaio) e si è di fatto pregato sabato sera nella chiesa parrocchiale di Ombriano. A guidare la liturgia il vescovo Daniele affiancato da due fratelli cristiani, padre Mihail Iesianu della Chiesa Ortodossa Russa e padre Lucian Munteanu della Chiesa ortodossa Romena

Speaker della veglia padre Viorel Flestea, animata dal Gruppo Amici di Taizé di Crema.

Il tema della settimana e quindi della serata era “Cercate di essere veramente giusti”, una frase del libro del Deuteronomio (16,18-20). Dopo la richiesta di perdono, con il cantico del Kyrie, la lettura della Parola del Signore

Nell’Omelia, padre Lucian si è chiesto se dopo 1.400 anni dall’invito del Deuteronomio e altri 2.000 dalla venuta di Gesù con un popolo Ebreo non ancora pronto, noi oggi siamo pronti ad essere giusti.

E quando lo siamo? Quando in ogni persona vedo l’icona di colui che ci ha salvati; quando non adoriamo gli idoli dei nostri desideri;  quando viviamo secondo il Vangelo.

A termine della celebrazione (che è continuata con l’invocazione dello Spirito, la recita del Credo) il vescovo Daniele ha ringraziato i  due padri ortodossi e tutti i presenti.

Ha aggiunto un piccolo tassello alla Veglia, ricordando che 60 anni fa, proprio nell’ultimo giorno di preghiera per l’unità die  cristiani, il 25 gennaio, san Giovanni XXIII annunciava l’intento di convocare un concilio ecumenico, aperto anche ad osservatori non cattolici: nella speranza in un nuovo impulso verso l’unità dei cristiani. E così è stato.