MADIGNANO – Il Comune investe nell’istruzione. Un contributo anche da papà e mamme

Madignano - scuola
Dall’approvazione dell’ultimo Piano per il diritto allo studio della Giunta Ongaro prima della chiamata alle Urne, emerge un consistente investimento sull’istruzione. Circa 440mila euro sono destinati al comparto, e non si tratta di opere, bensì di didattica e servizi, tra questi anche l’assistenza ad personam agli alunni disabili che comporta un investimento superiore ai 100mila euro. I restanti 330mila euro circa figurano nel Piano per far fronte alle diverse spese che solo nella misura del 35% circa saranno coperti dalle famiglie, il resto sarà tutto a carico del Comune.
Il contributo esterno più consistente arriva al Comune da papà e mamme che intendono usufruire del servizio mensa, si parla del’80%. Quindi un piccolo sostegno anche per quel che concerne le spese per garantire il trasporto scolastico, quasi interamente coperte dal Bilancio comunale. Sulle casse del Comune pesano in toto 121mila euro come quota ad alunno per garantire la didattica e gli oltre 100mila dei quali si diceva in apertura, ovvero quelli utili a garantire il servizio di assistenza ad personam ai bimbi che ne hanno bisogno. Utenze, pulizia e fornitura gratuita dei libri le altre voci di spesa interamente in capo all’Ente Locale che investirà anche nell’implementazione della proposta.
Oltre all’offerta formativa prevista dalla direzione didattica, legata all’istituto ‘Falcone e Borsellino’, l’assessorato all’Istruzione prevede infatti diversi corsi che verranno programmati nel corso della stagione didattica.