Ritorna la scuola di economia. Primo appuntamento: lunedì prossimo con Carlo Cottarelli

scuola di economia

Dopo il successo dell’anno scorso con 130 iscritti, ritorna la Scuola di economia. Nella conferenza stampa di presentazione, tenutasi oggi pomeriggio presso la sala Ricevimenti del Comune di Crema, l’assessore alla Cultura Emanuela Nichetti con il direttore del corso Francesco Torrisi e l’ideatore Piero Carelli ha chiarito il tema di quest’edizione: una politica che deve essere in grado di dominare i processi globali attuali attenuandone le sofferenze scaturite e valorizzandone invece le opportunità.“Un argomento – ha spiegato Torrisi – alquanto ostico e che se in passato le persone non ne erano affatto interessate, ora invece ne sono attratte. Al corso si iscrivono tutti coloro che vogliono leggere il tempo in cui viviamo”.

La scuola, come già accaduto per le due edizioni precedenti, si dividerà in due fasi. La prima affronterà le problematiche economiche in modo generale, grazie anche alla presenza di relatori illustri come Carlo Cottarelli e Luca De Biase. La seconda, invece, che si terrà nel mese di settembre e che offrirà dati sia qualitativi che quantitativi, verterà sull’occupazione femminile del territorio cremasco.

“Per la prima volta – ha aggiunto Torrisi – la scuola di economia vede la partecipazione di due sponsor: BCC e AchitexMinerva”. Le novità non si fermano. Hanno contribuito infatti alla realizzazione dell’edizione anche alcuni studenti delle scuole superiori: i ragazzi del Pacioli con due professori e quelli del Munari che si sono occupati della grafica del pieghevole e dei video di presentazione dei relatori.

Il corso è aperto a tutti ed è gratuito. L’iscrizione permette di ricevere per e-mail la relativa documentazione e l’attestato finale.

Primo appuntamento è lunedì 21 gennaio, alle ore 21, presso la sala Pietro da Cemmo. Relatore della serata sarà prof. Carlo Cottarelli che affronterà ‘Governare. La globalizzazione con quali organismi globali?’.