CAPERGNANICA – Questa sera, al teatro San Giovanni Bosco, va in scena il ‘Breviario’ di don Primo

Capergnanica
Appuntamento per questa sera, alle ore 21, presso il Teatro San Giovanni Bosco di Capergnanica. Nell’ambito della seconda edizione della rassegna Sipario aperto, Comune e Parrocchia presentano Memorie confidenziali, uno spettacolo liberamente tratto dal capolavoro letterario ‘Breviario: viaggio nella memoria di un parroco emerito’, libro ideato e scritto da don Primo Pavesi, parroco emerito della comunità capergnanichese che ha guidato dal 1986 al 2005.
Lo spettacolo è una produzione del ‘gruppo teatro’ di Uni-Crema, la libera università dell’età adulta.

LO SPETTACOLO DEL GRUPPO DI UNI – CREMA

Con la regia di Fausto Lazzari, Memorie confidenziali mette in scena alcune testimonianze di personaggi vissuti nella comunità di Capergnanica attraverso il ricordo di don Primo. Il gruppo di Uni-Crema ha di fatto rielaborato alcune pagine del volume in una scrittura teatrale che vuole essere un piccolo omaggio a un mondo passato.
La rappresentazione vedrà la partecipazione di Agnese, Fernanda, Francesca, Gianna, Giulia, Margherita, Mariuccia, Rosaria, Rosellina, Fausto, Paolo e Pietro.

BREVIARIO

Scritto alcuni anni fa raccogliendo i ricordi di una vita sacerdotale, Breviario è nato dal cuore di don Primo: il cuore di un uomo, soprattutto il cuore di un prete che è stato parroco nel senso più profondo del termine. Su un’agenda ha raccolto tanti fogli e un’infinità di pensieri, aneddoti, volti, riflessioni… Il tutto è sfociato nel libro, composto da testi brevi nei quali don Primo fa rivivere personaggi e tradizioni, momenti di fede e di vita quotidiana legati soprattutto alle comunità dove è stato curato e parroco: Santa Maria della Croce, Trescore Cremasco, San Benedetto, Ripalta Guerina e Capergnanica.
Il libro di don Primo è davvero un testo che tocca il cuore: pagine piene di gratitudine, di affetto per la terra cremasca, che con la vita delle sue comunità ha formato generazioni di uomini e donne. Pagine intrise di speranza, dove ogni cosa narrata è una lezione di vita e dove chi legge s’imbatte in un parroco che ha davvero amato la sua gente e il suo mondo. Don Primo ha scritto con il suo stile conciso e diretto, sapendo però andare al cuore della realtà e delle cose, donandoci un piccolo tesoro di storia cremasca.

L’ingresso allo spettacolo costa 5 euro e l’incasso andrà in beneficenza.