SAN CARLO – Presepe vivente in chiesa dal grande significato

Un bel presepe vivente, dal grande significato, è stato messo in scena ieri nella parrocchia di San Carlo Borromeo. Le volontarie Martina, Nanda, Rosangela e Marinella nelle scorse settimane avevano chiamato a raccolta i bambini e i ragazzi del catechismo, che hanno risposto in gran numero.

Così la santa Messa dell’Epifania delle ore 10.30 – celebrata dal nuovo parroco dell’Unità pastorale Crema Nuova-San Carlo-S. Maria dei Mosi don Francesco Ruini – è stata davvero coinvolgente. I bambini hanno sfilato uno a uno fino a formare il presepe ai piedi dell’altare, per la gioia di tutti. Per ultimi si sono uniti i Re magi con i loro doni per Gesù Bambino. Nell’omelia don Francesco ha coinvolto i ragazzi nella riflessione, chiarendo perché Gesù è il re dei Giudei. Al termine della funzione, i complimenti dei fedeli e dello stesso parroco per la sacra rappresentazione (ottimamente organizzata), ma anche delle organizzatrici. Martina, a nome del gruppo, ha chiesto ai bambini di pregare per i missionari e di essere essi stessi i primi missionari in famiglia, a scuola e in parrocchia. Un pensiero è andato a padre Gigi Maccalli, che è ancora nelle mani del rapitori.