CALCIO SERIE D – Ac Crema 1908 sconfitta da Reggio Audace per 2 a 1

A Crema 1908
Epifania infelice per  l’Ac Crema 1908 che, appunto ieri, è stata sconfitta da Reggio Audace per 2 a 1.

PARTITA IN SINTESI

Il primo tempo vede un Crema determinato a passare in vantaggio grazie al gol di Porcino al 27′. Una rete che viene messa a segno dopo che Ferrari aveva tentato il successo un paio di volte e che sfortunatamente al 34′ colpisce la traversa. Quattro minuti dopo e l’arbitro fischia un calcio di rigore per il Reggio e così Zamparo segna il gol di pareggio. I nerobianchi cercano il sorpasso, ma non c’è nulla da fare. Nicolò Pagano segna, ma si vede ad annullare la sua rete perchè per le guardalinee la palla è finita oltre la linea. Il secondo tempo è la sconfitta per Crema, nonostante i tentativi di gol. Al 41′, a causa di un errore dei nostri, Staiti realizza il 2 a 1.

POST PARTITA

«Abbiamo espresso un ottimo calcio – ha commentato mister Stankevicius – e abbiamo giocato con grinta fino alla fine pur avendo subito alcuni episodi opinabili come il rigore e il gol annullato. Ma il calcio è anche questo. Abbiamo avuto le nostre occasioni e non le abbiamo sfruttate. In difesa abbiamo commesso pochissimi errori. Uno è stato fatale. Il Reggio è una squadra che può vincere il campionato e noi non siamo stati inferiori. Anzi, abbiamo tenuto testa mostrando qualità e facendo del bel gioco. Peccato per il risultato, ma oggi ho visto una squadra che può fare grandi cose e lo dimostreremo nelle prossime partite».

REGGIO AUDACE: Rossi, Belfasti, Cigagna, Spanò (10’ Ungaro), Zamparo, Cavagna, Ponsat (73’ Broso), Masini, Pastore (55’ Cozzari), Staiti, Alvitrez. All.: Ivan Piccoli. A disp.: Narduzzo, Palmiero, Bardeggia, Crema, Cozzolino, Piccinini.

AC CREMA: Marenco, Matei, Giosu, Cazé, Scietti, Cesari (79’ Incatasciato), Pagano, Porcino, Ferrari (55’ Ganci), Radrezza, D’Appolonia. All.: Marius Stankevicius. A disp.: Prudente, De Angeli, Colombini, Gregorio, Campisi, Margini, Grassi.

Arbitro: Marco Gullotta (Siracusa). Assistenti: Luigi Benedetto e Roberto Basile (Crotone)
Ammoniti: Porcino, Scietti, Pastore, Radrezza, Zamparo, Broso. Espulsi: Staiti