Sergnano – Bilancio 2019 pronto al varo

È già intrapreso l’iter che porterà all’approvazione del Bilancio di previsione 2019. Nella seduta di Consiglio comunale dei giorni scorsi, è stato presentato agli addetti ai lavori lo strumento contabile che regola la vita amministrativa di questo Comune, l’ultimo della legislatura in corso: in primavera sono in calendario le amministrative e anche gli elettori sergnanesi saranno chiamati a votare sindaco e consiglieri.
L’assessore alla partita Lodovico Landena, che stando alle voci raccolte in paese, non intende presentarsi alle prossime consultazioni, ha informato che la proposta di Bilancio 2019 e triennale 2019-2021, saranno poste in votazione l’8 febbraio 2019. “Si tratta del nostro ultimo Bilancio con gran parte delle entrate e delle spese ormai stabilizzate da tempo, con una percentuale elevata di voci ormai consolidate e, quindi, con dati storici attendibili”. Ha tenuto a precisare che “naturalmente è sempre possibile migliorare gli obiettivi, ma i margini di recupero o di miglioramento sono misurabili in pochi decimi di punto percentuale considerando il complesso generale dei servizi attualmente gestiti dal Comune a favore della cittadinanza”.
Landena ha aggiunto che il preventivo che si andrà a licenziare a febbraio, “comincia a essere sofferente; nell’ultimo triennio le entrate sono diminuite del 10 per cento l’anno e sembra che il trend sia continuo, poi ci sono i provvedimenti che saranno emanati dall’attuale Governo con la Finanziaria e le voci che arrivano dal Ministero sono molto enigmatiche. È auspicabile che non decida di fare cassa pensando ai Comuni, ma lasciamo l’analisi e le soluzioni agli amministratori che verranno dopo di noi”. L’attuale compagine guidata dal sindaco Gianluigi Bernardi, che non potrà correre per la poltrona di sindaco, essendo al termine della seconda legislatura, non intende quindi consegnare a chi vincerà le prossime consultazioni un preventivo definito nei particolari, ma uno strumento che si possa modificare sulla base del programma presentato all’elettorato, che dovrà comunque tener conto delle risorse a disposizioni.
I vari assessori in carica hanno già individuato gli obiettivi da perseguire nei prossimi mesi.

Leggi l’articolo in versione integrale su Il Nuovo Torrazzo di sabato 22 dicembre