BASKET SERIE B – Pallacanestro Crema – Juvi Cr 67-84. La prima sconfitta per Garelli, nuovo allenatore

pallacanestro Crema
Foto di repertorio
La città ha potuto assistere al derby, giocatosi al PalaCremonesi contro la Juvi Cr. Una nuova sconfitta, la prima per il capo allenatore Luigi Garelli.
La società, nella giornata di venerdì, ha divulgato la notizia del nuovo allenatore che, dopo un anno lontano dal parquet per ragioni extracestistiche, ha accettato con entusiasmo la panchina.

LE DICHIARAZIONI DI GARELLI

“Dopo un anno di forzato stop – ha affermato Garelli – avevo veramente voglia di tornare in palestra. Di Crema mi ha colpito la determinazione con la quale mi hanno cercato, avendo poi avuto ottime referenze sulla società e sulla sua organizzazione ho dato la mia disponibilità. Inoltre bisogna sottolineare che non sono molte le società disposte a seguire le indicazioni del tecnico come invece avviene qui. Giudicherò i ragazzi quando li avrò conosciuti bene, spero di poter dire ai dirigenti che non ci sarà bisogno di tornare sul mercato. Prediligo un basket di grande attenzione difensiva, veloce senza scadere nel ‘corri e tira’, nel quale i ruoli non siano cristallizzati ma ci sia una certa mescolanza. Mi piacciono gli esterni in grado di giocare anche spalle a canestro come i lunghi che sanno colpire da fuori, ma chiaramente, subentrando in corsa, mi adatterò al materiale tecnico a disposizione, che ritengo abbia finora raccolto meno di quanto potesse. Cominceremo lavorando molto sulla fase difensiva, anche se in vista dei prossimi due incontri sarà difficile riuscire ad incidere profondamente.” 

PARTITA IN SINTESI

La partita è stata bilanciata per gran parte del tempo. La distanza tra i cremaschi e gli avversari era minima. Solo nell’ultimo periodo Juve ha allungato chiudendo il match 67-84. I parziali, sempre chiusi a sfavore dei nostri, sono stati: 17-18, 30-37, 50-59.
Una nuova sconfitta si va ad aggiungere a quelle già incassate. Sulle pagine social la società scrive: “Il tabellone la dice lunga. Sei uomini fuori con 5 falli. Ma stasera i ragazzi hanno mostrato energia e grinta. Camminiamo su questa strada e non molliamo! Molto presto regaleremo al favoloso pubblico le soddisfazioni che merita”.  Un commento breve che racchiude sia il sostegno per i ragazzi sia la consapevolezza che i propri hanno commesso alcuni errori.