Crema – Presentata la nuova Sala Alessandrini: bellissima e funzionale

Il sindaco Bonaldi, l'assessore Bergamaschi e Saponaro della Sodexo presentano il nuovo look della Sala Alessandrini

Bellissima. Una struttura riqualificata, moderna e funzionale. Uno spazio ritrovato a disposizione – da gennaio – di tutta la comunità. È la rinnovata Sala Alessandrini, in via Matilde di Canossa a Crema, presentata in anteprima nel tardo pomeriggio di lunedì 10 dicembre alla presenza del sindaco Stefania Bonaldi con la Giunta comunale al completo e dei tecnici e responsabili della Sodexo che, investendo economicamente e con lodevole intelligenza progettuale, hanno ridonato alla città un luogo prestigioso pronto a ospitare conferenze, incontri, meeting e altre attività.

Tutto è cambiato nella nuova Sala Alessandrini. A richiamare il passato – oltre alla targa che ricorda il magistrato Emilio Alessandrini, vittima del terrorismo nel 1979 – solo il colore verde delle comode poltrone, per un totale oggi di 187 posti a sedere. Colori chiari per pavimento e pareti, poi un ampio “palco” che ospita un tavolo per conferenze e un pulpito-leggìo per i relatori: strutture comunque mobili, così da liberare lo spazio e trasformarlo, eventualmente, in palcoscenico per spettacoli o recitazioni. Dietro la parete-schermo una grande “sala regia” e una sorta di foyer. Il tutto accessibile anche ai portatori di handicap. E poi un’acustica perfetta, nuove tecnologie per gli impianti di illuminazione e di riscaldamento, il rispetto delle norme di sicurezza.

“Siamo molto contenti del risultato – ha affermato il sindaco Bonaldi a nome dell’amministrazione comunale – e grazie alla Sodexo, che è venuta incontro alle nostre esigenze in un contesto di reciproca collaborazione, oggi vediamo il risultato di un progetto che per tanti anni è stato inserito nel nostro Piano delle opere pubbliche: una Sala Alessandrini nuova, realizzata in pratica a costo zero per il Comune”.

La Sodexo ha in precedenza sistemato il piano sottostante che ospita la cucina e la sala pranzo del proprio ristorante-mensa (vi vengono serviti circa 2.000 pasti al giorno) e ora ha riqualificato con buongusto la Sala Alessandrini: due realtà certamente collegate e in grado di offrire a Sodexo un binomio importante per eventi di vario genere, dove anche la parte di cucina-catering può avere un ruolo nel programma. “Per la città – ha aggiunto la Bonaldi – uno spazio in più, utile ad esempio per sgravare la Sala ‘Pietro da Cemmo’ che ormai ospita un numero eccessivo di appuntamenti. Grazie davvero!”.

Angelo Saponaro, responsabile della Sodexo nel campo della progettazione di opere e Antonio De Cesare, capo area della società di ristorazione hanno illustrato, insieme a progettisti e tecnici, l’iter procedurale che di fatto ha ‘ridato vita’ – anche esternamente – all’edifico di via Matilde di Canossa. “La sistemazione – hanno rilevato – è avvenuta in maniera graduale, con un’attenzione globale all’impiantistica e alla dotazione di moderne tecnologie, nel pieno rispetto della sicurezza e del comfort per l’utenza. Per Sodexo, che da vent’anni ha un ottimo rapporto con Crema, un nuovo segnale di reciproca fiducia, frutto di una positiva partnership tra pubblico e privato”.

Ringraziamenti a nome di tutta la Giunta comunale sono stati espressi dall’assessore ai Lavori pubblici Fabio Bergamaschi, che ha parlato di “dignità ritrovata per questa struttura” oggi di nuovo a disposizione dell’intera città e del territorio.