NUOVA ILLUMINAZIONE – Porte della città valorizzate

Da ieri sera le due porte di ingresso della città hanno una nuova illuminazione atta a valorizzarne la bellezza. Se n’è occupata la Gei, società che gestisce l’appalto di illuminotecnica per il Comune di Crema e che in questo ultimo anno e mezzo ha rinnovato tutti i punti luce sostituendoli con lampade led.

La stessa tecnologia è stata adottata per il progetto sulle porte Serio e Ombriano, con un attento studio degli effetti considerato anche l’inserimento dei corpi illuminanti sul manufatto. Sono stati utilizzati diciotto elementi in tutto per ciascuna: led lineari da 17, 33 e 50 Watt più dei mini proiettori da 9 Watt. Alloggiamenti e canaline sono stati studiati per diminuire al massimo l’impatto e nascondersi alla vista, verniciati nello stesso colore della muratura e utilizzando le cornici preesistenti.
Il risultato consente di apprezzare ancora di più questi monumenti che, nell’attuale aspetto, risalgono al 1803, quando Crema fu dichiarata città aperta, furono abbattute le mura difensive e Crema entrò nella Repubblica Cisalpina.

“Piena soddisfazione per quest’opera”, commenta l’assessore ai Lavori pubblici, Fabio Bergamaschi, “che rientra nell’ambito della riqualificazione dell’illuminazione della città, e che ha due peculiarità: completa la riqualificazione di Piazza Giovanni XXIII, e anticipa quella che verterà su Piazza Garibaldi”.