Calcio non vedenti: Ac Crema 1908 in trasferta a Lecce

Imbattuta dall’inizio del Campionato, l’A.C. Crema 1908 non vedenti si prepara ad affrontare la sfida delle sfide. Domenica 25 novembre alle ore 11, infatti, i nerobianchi voleranno in Puglia, al centro sportivo San Massimiliano Kolbe a Lecce, per affrontare l’Ascus Lecce, la formazione battuta in finale lo scorso anno, che anche in quell’occasione aveva messo i cremini a dura prova, potendo contare su un attacco forte e preparato. Per questo, nonostante le sfide sinora brillantemente superate e i premi duramente conquistati, la formazione guidata da mister Bonioli non intende proprio sedersi sugli allori: “Gli ultimi allenamenti dovranno essere fatti all’insegna della serietà che ci contraddistingue” spiega il tecnico nerobianco. Ma, al netto delle raccomandazioni, Maurizio Bonioli sa di poter contare su una squadra compatta e preparata: «Ho piena fiducia nei ragazzi e sono certo che daranno il massimo. Nel calcio si può vincere o perdere, ma è importante uscire dal campo senza rimpianti, nella consapevolezza di aver giocato al massimo delle proprie possibilità”. Bonioli si dice anche complessivamente soddisfatto delle prestazioni dei “nuovi” innesti e del gioco di squadra attuato fino ad ora: “Penso che i risultati ottenuti fino a questo momento dimostrino che l’A.C. Crema 1908 non vedenti sa farsi valere. Evidentemente vi sono giocatori più esperti di altri, ma credo che tutti abbiano, fino ad oggi, dato prova di carattere e di voglia di sacrificarsi per la squadra. E di questo sono estremamente contento”. Guarda all’imminente sfida con passione e sano spirito agonistico, ma mister Bonioli non dimentica l’importante finalità inclusiva del progetto: “Agonismo ed inclusione sociale in una realtà come la nostra si danno la mano e crescono di pari passo. Oggi posso dire con certezza che il limite visivo dei calciatori in campo è impercettibile. Perché nel tempo mi hanno dimostrato che ciò che davvero è per loro importante è praticare lo sport che amano. Al di là delle difficoltà e dei limiti. Grazie a loro sono cresciuto, di giorno in giorno ho imparato a conoscere e capire la loro normalità”. Dopo qualche istante di riflessione, ci pensa Rolly Vasquez a riportare l’attenzione sulla prossima partita: “Il Lecce è una squadra forte, ma non dobbiamo avere paura. Per me, quella contro la squadra pugliese, sarà la prima partita di Campionato e spero di poter aiutare la squadra a fare bene”. Poi rivolge i complimenti ai compagni per le vittorie conquistate sul campo: «Sono partiti con il botto e sono certo che anche a Lecce daranno il massimo». Infine un augurio a tutti, compagni ed avversari: “Noi scendiamo in campo per vincere, ma l’importante è divertirsi. Dunque, auguro a tutti di giocare senza pensieri, con la sola voglia di correre, rincorrere e calciare, nonostante il buio”.