Ac Crema non vedenti: Stella al Merito Sportivo!

L’A.C. Crema 1908 non vedenti continua a vincere e ad ottenere i meritati riconoscimenti. L’ultimo è quello consegnato alla società nerobianca dall’Associazione Nazionale Stelle al Merito Sportivo – sezione provinciale Paolo Corna, durante la cerimonia di premiazione che si è tenuta venerdì 16 novembre presso la Cupola Tamoil di Cremona. “Siamo onorati di avere con noi le eccellenze sportive del territorio cremonese e cremasco e di poter donare loro un piccolo riconoscimento per l’impegno profuso e i brillanti risultati sportivi conseguiti” ha detto Antonio Pegoiani, Presidente della sezione provinciale dell’Associazione Stelle al Merito Sportivo. Con lui, a fare gli onori di casa, anche il Vicepresidente Augusto Bisicchia e il Segretario Emilio Concari. All’evento hanno preso parte anche l’Assessore allo Sport del Comune di Cremona, Mauro Platè, il Presidente del Panathlon Cremona, Giovanni Radi, il Presidente della sezione di Cremona dell’Associazione Nazionale Atleti Olimpici Azzurri d’Italia, Maurizio Mondoni ed il Presidente Stelle al Merito della Lombardia, Pierettore Compiani. In un clima di festa, i nerobianchi sono stati premiati per aver brillantemente conquistato il titolo di Campioni d’Italia e per l’impegno profuso nella promozione dello sport inclusivo, nella speranza che la loro tenacia possa essere un esempio per tutti coloro che vogliano praticare attività sportiva, oltre ogni limite. “Riceviamo questo premio con grandissima soddisfazione – hanno affermato all’unisono i cremini – e ringraziamo l’Associazione Nazionale Stelle al Merito Sportivo per averci preferito”. Calcio e disabilità, un binomio che per la società nerobianca si è rivelato vincente, non solo sul piano agonistico. Lo confermano anche le parole, cariche di emozione, con cui Maurizio Bonioli, mister dell’A.C. Crema 1908 non vedenti, ha descritto ai presenti la propria esperienza personale: “Dopo una vita passata sui campi da calcio, non avrei mai pensato di poter raccontare un’avventura così bella, che mi ha permesso di crescere professionalmente ed umanamente. Veder giocare questi ragazzi è un’emozione unica, che fatico a descrivere a parole”. Tra i premiati, oltre all’A.C. Crema 1908 non vedenti, anche le campionesse di ciclismo Elena Bissolati e Marta Cavalli. Un riconoscimento, volto a celebrare i suoi 50 anni di attività, prima alla Federcalcio e poi al Coni, è stato conferito anche ad Achille Cotrufo. La serata, ricca di festeggiamenti, si è conclusa con un intervento della mental coach Sara Bordo, che ha spiegato l’importanza di una buona attività di supporto agli atleti per motivarli a conseguire i risultati prefissati. Del resto, si sa, con la testa e con il cuore si va ovunque. E l’A.C. Crema 1908 non vedenti lo dimostra ad ogni partita.