Maltempo – Fontana chiede al Governo lo “stato di emergenza”

Il consiglio regionale e il presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana

La Regione Lombardia chiede al Governo lo stato di emergenza“. Lo ha fatto sapere il presidente Attilio Fontana durante la conferenza stampa dopo la Giunta.
“Da un primo monitoraggio – ha spiegato – i danni causati dal maltempo degli ultimi giorni ammontano a circa 40 milioni di euro. Per questo ho appena firmato la richiesta che ci consentirà di chiedere l’intervento dello Stato così da destinare i fondi alle province colpite”. A questo proposito, nella giornata di ieri, gli assessori Pietro
Foroni (Territorio e Protezione civile), Fabio Rolfi (Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi), Massimo Sertori (Enti locali, Montagna e Piccoli comuni) e Davide Caparini
(Bilancio, Finanza e Semplificazione) si sono incontrati per fare un primo bilancio dei danni provocati e gettare le basi per la messa in atto di misure specifiche per il ripristino delle zone colpite.

Nei giorni scorsi, in una lettera, Matteo Piloni (consigliere regionale di minoranza, del Pd) ha esposto a presidente e assessori i danni nel Cremasco e nel Cremonese, auspicando un impegno della Regione a non lasciare soli i Ccmuni coinvolti.

Tra le problematiche riportate da Piloni nella missiva, spiccano il crollo della passerella pedonale presso il ponte sull’Adda a Pizzighettone, una porzione di tetto dell’edificio comunale a Vaiano Cremasco, gli effetti devastanti di una tromba d’aria nell’Alto Cremasco e ancora altri danni che hanno colpito i Comuni di Rivolta d’Adda, Agnadello e Pandino.