CHIEVE – In visita ‘l’amico’ San Ginesio tra doni, ricordi e pranzo conviviale

Chieve
Nel territorio cremasco numerosi sono i gemellaggi tra comunità lontane e le nostre. Un esempio? Chieve e San Ginesio (Macerata).
Nel mese di ottobre l’amministrazione comunale ha ricevuto la visita di due rappresentanti del Comune “terremotato” cui nel 2017 aveva dato solidarietà concreta. La vicesindaco Margherita Brambilla ha gradito la visita tanto che ha esclamato: “Con enorme piacere abbiamo rivisto questi amici e abbiamo ricordato il loro paese, nel quale abbiamo lasciato un po’ il cuore”. I due mosaici “storici” – che veranno definitivamente salvati grazie ai contributi cremaschi – sono stati distaccati dall’edificio scolastico grazie ai fondi donati dalle associazioni chievesi e sono già pronti, in attesa di essere ricollocati nel nuovo edificio scolastico – sicuro e antisismico – realizzato da chi è al governo.
La visita si è conclusa con uno scambio di doni e ricordi e con un pranzo conviviale, ripromettendo presto una nuova visita dei chievesi a San Ginesio, magari proprio per ammirare i mosaici riposizionati nella nuova scuola: “Questa è la speranza che condividiamo con loro”.