SERGNANO – In cantiere tanti progetti. A breve terminerà la ciclabile da Trezzolasco a Mozzanica

Bernardi
La ciclabile che collega Trezzolasco a Mozzanica è in dirittura d’arrivo. I lavori sono stati appaltati a una ditta di Frosinone, il cantiere è già aperto “ed entro fine anno l’opera sarà portata compimento. E non sarà l’unica – precisa il sindaco Gianluigi Bernardi –. Stiamo espletando la gara di appalto per il completamento dell’area parcheggio della zona dove si trovano, per intenderci, gli ambulatori medici. Tra un paio di settimane l’iter burocratico sarà licenziato, quindi entreranno in azione le ruspe, con ogni probabilità entro novembre”.

PARCHEGGI NUOVI

L’intervento interessa “un’area centrale all’abitato e baricentrica rispetto agli edifici di pubblico interesse come le scuole elementari, chiesa e oratorio”. Gli oltre 30 posti macchina esistenti, come già rimarcato in altre circostanze dall’amministrazione comunale ed evidenziato dalla relazione tecnica, risultano insufficienti rispetto al fabbisogno indotto dalla presenza di vari servizi di pubblico interesse e il progetto, oltre al resto, prevede la creazione di altri 20 spazi destinati al parcheggio delle autovetture. In questa operazione rientra anche la Casa dell’acqua green “garantita da Padania Acque con cui stiamo discutendo in questo periodo”.
IDEE ANCHE PER CIMITERO, PARCO TARENZI E SPAZIO DEDICATO AI CANI
Ciclabile per Mozzanica, parcheggio nella zona ambulatori medici, ma non solo all’orizzonte, come tiene a sottolineare il sindaco Bernardi. “Realizzeremo un nuovo parcheggio al cimitero. Si è già provveduto ad affidare l’incarico a un professionista per la progettazione. L’area individuata per l’intervento è di nostra proprietà, quindi non ci sarà la necessità di procedere a espropri. I nuovi posti auto serviranno una zona strategica. Nelle vicinanze difatti si trovano, oltre al camposanto, scuole, palestra e santuario della Madonna del Binengo. Verranno creati una cinquantina di posti auto per una spesa che dovrebbe aggirarsi attorno ai 30mila euro”.
È tutto? “No, abbiamo dell’altro in cantiere. C’è l’intenzione di riqualificare parco Tarenzi e la volontà di attrezzare uno spazio, già individuato, per la sgambatura cani”.