CAFFÈ LETTERARIO – Ospite David Wagner con il suo romanzo “Il corpo della vita”

Wagner
Domani sera, ore 20.45, in sala Bottesini dell’Istituto Folcioni (ingresso libero), David Wagner sarà ospite a un appuntamento di Caffè Letterario di Crema. A conversare con lui Tiziana Cisbani e ci sarà inoltre un accompagnamento musicale degli allievi del civico istituto Folcioni.

IL CORPO DELLA VITA

Lo scrittore sarà in città per presentare il suo romanzo Il Corpo della vita che gli ha permesso di vincere il Leipziger Buchpreis nel 2013, il maggiore riconoscimento per la nuova narrativa tedesca. Una storia vera, un’opera di letteratura che si fa leggere tutta di un fiato, come se quello che vi è scritto riguardasse molto da vicino il lettore, pur parlando di una esperienza estrema. Grazie a uno stile brillante e asciutto, con distacco e non senza ironia, riesce a parlare di amore, morte, responsabilità, felicità, e del tempo dilatato dall’attesa.

IL RACCONTO DI UN’ESPERIENZA ESTREMA DI VITA

Cosa succede quando diventa possibile prolungare la propria vita? Per Wagner, che soffre di una grave forma di epatite autoimmune, questa domanda diviene concreta nel momento in cui giunge una telefonata dall’ospedale. Una voce dice che c’è un fegato compatibile per il trapianto. La notizia che aspettava e temeva da tempo. Perché accettare? Magari per veder crescere la propria figlia? “Il corpo della vita” racconta ciò che precede la telefonata e la lunga permanenza all’ospedale, tra gli altri malati, che raccontano le loro storie, creando un intreccio di vite, destini e confessioni. Ascoltando le loro esperienze, anche il protagonista capisce di avere già una vita alle spalle. Chi ha amato veramente? Per chi vale la pena vivere? Chi è l’uomo che, morendo, gli ha permesso di vivere di nuovo, possibilmente in maniera differente dal passato? La potenza e la bellezza di questo libro stanno nella capacità di non scadere mai nel patetico, mantenendo un equilibrio intelligente tra commozione e lucidità.