CREMA – Centro Ricerca “Alfredo Galmozzi”, Memorie in corto, seconda edizione

Memorie in corso, seconda edizione. Il Centro di Ricerca Alfredo Galmozzi da oltre 20 anni lavora sulla memoria, sulla sua conservazione e diffusione. L’anno sorso ha lanciato, in tutte le scuole italiane di 1° e 2° grado, l’idea di realizzare un video proprio dedicato alla memoria, soprattutto legata alla storia del territorio. La risposta c’è stata: 12 video hanno concorso all’assegnazione del premio finale, assegnato durante una bella e molto partecipata serata presso il cinema Multisala Portanova. Quest’anno – come presentato lunedì pomeriggio presso la sede del Centro in piazza Premoli a Crema da Nino Antinaccio e Gabriele Pavesi – si terrà la seconda edizione, dedicata alla memoria di Nino Chirco, giurato per l’edizione 2017/18 e produttore discografico e cinematografico.

La nuova edizione di Memorie di Corto propone diverse novità: oltre a rivolgersi alle scuole apre alla partecipazione di giovanissimi filmaker, under 23: “La realizzazione di corti è molto diffusa nelle scuole e tra i giovani ed è proprio a loro che ci vogliamo rivolgere, per fare uscire dai cassetti opere, a volte, autentici capolavori. Altra novità di quest’anno il doppio tema: i partecipanti (che possono consultare il bando completo sul sito www.centrogalmozzi.it) potranno lavorare sia sul tema Storie del territorio sia su quello dell’inclusione, argomento dalle infinite e attualissime sfaccettature. Tra le ‘regole’ previste, non più di due video per scuola e alcune indicazioni tecniche: durata massima del video 12 minuti, compresi i titoli di coda, supporto del filmato in file MPEGa o altro formato digitale, scadenza iscrizioni 16 febbraio 2019, premiazione prevista per fine aprile 2019. Al primo classificato di ogni categoria (Scuola secondaria superiore di 1° grado, di 2° grado e filmakers under 23) verrà assegnato un premio in denaro”.