DON FRANCESCO accolto a Santa Maria dei Mosi

Per via della pioggia è stata sospesa la processione dell’Unità pastorale Sacro Cuore, San Carlo, Santa Maria dei Mosi con la quale i fedeli avrebbero dovuto accompagnare – questa sera alle ore 20 – il nuovo parroco don Francesco Ruini nella terza parrocchia dell’unità, appunto Santa Maria dei Mosi.

S’è comunque recitato il Santo Rosario, seguito dalla Santa Messa, nel piccolo (“ma grande”, dirà il neo-parroco citando il Vangelo) santuario della parrocchia.

Affollata la chiesa per accogliere il nuovo parrocco, accompagnato dal collaboratore don Nicolas.

Nell’omelia don Francesco ha parlato del cuore semplice di Teresa di Lisieux, della quale oggi la liturgia fa memoria.

“Chiediamo il grande dono dell’abbandono a Dio – ha detto – che guida la nostra vita. Rinnoviamo la fiducia nel Signore, soprattutto nei momenti della fragilità e della malattia.

Nel Vangelo che abbiamo appena letto – ha continuato – gli apostoli discutono su chi è il più grande: Gesù prende un bambino e dice: chi accoglie questo bimbo accoglie me. Questa parrocchia è la più piccola dell’Unità pastorale, ma è la più grande davanti agli occhi di Gesù.”

Il nuovo parroco ha ricordato che il mese di ottobre è dedicato alla Madonna che Gesù ha voluto donarci come madre. “Lasciamoci guidare da lei.”