Ripalta Cremasca – Decoro urbano e contributi economici: l’opposizione all’attacco

I consiglieri comunali di opposizione Bettoni, Parati, Barbieri e Mugnaga

Sono state discusse nel Consiglio comunale di mercoledì 26 settembre, riunito nel tardo pomeriggio a Ripalta Cremasca, le due interpellanze presentate dagli esponenti d’opposizione Paolo Parati, Luciana Bettoni, Corrado Barbieri e Alessandro Mugnaga, del gruppo In Comune lista civica. Gli argomenti sui quali s’è puntata l’attenzione riguardano da una parte il decoro urbano, la manutenzione, il degrado e l’incuria del territorio, l’igiene e la sanità pubblica e, dall’altra parte, l’attribuzione di contributi e vantaggi economici a favore di soggetti pubblici e privati.

Per quanto concerne la prima interpellanza, i consiglieri di minoranza hanno premesso che “sono giunte diverse segnalazioni da parte dei cittadini” e che è stata verificata “la fondatezza delle lamentele” in merito ad alcune situazioni che “costituiscono un reale pericolo per l’incolumità delle persone oltre che per l’igiene e la sanità pubblica”.

Auspicando reciproca collaborazione “affinché si recuperi il decoro degli spazi e della vita urbana”, l’opposizione ha posto l’accento su diverse criticità a partire dalla pulizia e dalla sostituzione delle lampade sulla ciclabile Ripalta-Bolzone, passando poi al taglio delle siepi in corrispondenza di via De Gasperi/via Roma a Ripalta per problemi di visibilità. Taglio della siepe che appare necessario anche nel tratto che costeggia le case popolari in prossimità dello svincolo di via XXIV Maggio. E, sempre per quanto riguarda il quartiere delle case popolari, Parati e i suoi colleghi hanno chiesto di intervenire – sollecitando l’Aler – “onde evitare il parcheggio selvaggio e l’abbandono dei rifiuti”.

I consiglieri di minoranza hanno pure rimarcato la necessità di tagli d’erba e potature più frequenti presso i giardinetti che presentano, come ad esempio nell’area verde di via Cappi, un’altalena rotta e giochi dall’agibilità compromessa. “Aree verdi, marciapiedi e piste ciclabili – hanno inoltre aggiunto Parati, Bettoni, Barbieri e Mugnaga – sono ridotti a ‘vespasiani a cielo aperto’ a causa delle deiezioni canine, con possibili implicazioni per la salute dei cittadini”. Infine, sono state evidenziate altre criticità: la segnaletica a terra e non visibile sui passaggi pedonali di via De Gasperi in prossimità di Zappello e di Bolzone, le grondaie forate e il muretto che si sgretola nella parte vecchia del cimitero di Ripalta, l’annoso stato di dissesto del parcheggio in zona Crocetta la cui asfaltatura – più volte annunciata – continua a slittare nel tempo.

Il sindaco Aries Bonazza ha promesso interventi appropriati per quanto di competenza del Comune, mentre provvederà a sollecitare chi di dovere per quelle situazioni che richiedono un’azione concreta da parte di altri soggetti. L’opposizione ha auspicato che in futuro ci sia maggiore celerità nel rispondere alle istanze della gente che chiede più pulizia e una manutenzione costante del proprio territorio.

Con la seconda interpellanza il gruppo di minoranza ha chiesto un regolamento appropriato per l’attribuzione di contributi e vantaggi economici a favore di soggetti pubblici e privati. “È giusto – è stato rilevato – che il Comune valorizzi le libere forme associative e le sostenga anche dal punto di vista economico, ma perché questo avvenga al meglio sono necessari un Albo delle Associazioni e un regolamento con criteri oggettivi che sostituisca una delibera consiliare datata 1990”. Tutto ciò appare necessario perché troppo spesso, hanno puntualizzato Parati, Bettoni, Barbieri e Mugnaga, ci sono associazioni e gruppi che “nascono dall’oggi al domani – come avvenuto ad esempio in occasione di Rifiutando – percepiscono un contributo e poi spariscono”. Il sindaco s’è detto disposto a intervenire.