Conferito il Lettorato ad Alessandro e ad Antonino: “Siate angeli del Vangelo”

Messa di apertura dell’anno pastorale questa sera, alle ore 21, in cattedrale, presieduta dal vescovo Daniele affiancato da numerosi sacerdoti, e conferimento del ministero del Lettorato ad Antonino Andronico e Alessandro Benzi, i due candidati al diaconato permanente della nostra diocesi, accompagnati dalle rispettive famiglie.

“Ho voluto mettere sotto la protezione degli angeli Gabriele, Raffaele e Michele l’inizio di questo anno pastorale e i due sposi che ricevono questa sera il ministero del lettorato”, ha detto il vescovo Daniele nell’omelia. La festa dei tre arcangeli è prevista per la giornata di domani e mons. Gianotti, con una piccola forzatura, l’ha anticipata a questa sera. 

“Nel Vangelo gli angeli – ha continuato – appaiono poco, ma in momenti significativi, dagli angeli del Natale, agli annunciatori della risurrezione di Gesù.” 

E, rifacendosi all’episodio letto nel Vangelo, ha aggiunto: “Ciò che Gesù preannuncia a Natanaele oggi si è realizzato: è stata sancita l’alleanza eterna tra Dio è l’uomo. Una promessa che aspetta sempre degli angeli che la possano annunciare agli uomini di oggi e che ci interroga su che comunità cristiana siamo in mezzo al mondo di oggi. Gli angeli messaggeri ci aiutino a trovare la passione dell’annuncio e aiutino voi Alessandro e Antonino ad essere messaggeri del Vangelo nel ministero del Lettorato che vi sarà ora conferito.

Natanaele, uomo senza doppiezza – ha spiegato – si era dedicato alla meditazione della Parola di Dio (questo significherebbe secondo un’interpretazione rabbinica il fico sotto il quale Gesù gli ha detto d’averlo visto) che l’ha preparato all’incontro con Gesù. Ascoltate anche voi – ha esortato di due candidati Lettori – ad accogliere la Parola a volte amara, ma dolce come il miele. Lasciatevi  illuminare da essa. Il vostro ministero vi abilita ora alla sua proclamazione. Anche voi venite costituiti messaggeri, cioè angeli della Parola di Dio. In attesa di ricevere il diaconato. 

E preghiamo – ha concluso il vescovo Daniele – perché lo Spirito Santo susciti nella comunità tutti i ministeri di cui abbiamo bisogno e faccia sì che molti si appassionino all’annuncio della Parola in questa nostra terra.”

Dopo l’omelia, la celebrazione del rito del conferimento del Lettorato, con una esortazione, una benedizione e la consegna del libro dei Vangeli.

È seguita la celebrazione dell’Eucarestia, al termine della quale i due nuovi Lettori hanno distribuito a tutti i fedeli l’immaginetta ricordo del loro ministero. 

Questo slideshow richiede JavaScript.