CREMA – I mondi di Carta propongono una cena rinascimentale in sala P. da Cemmo: 10 ottobre, per 80 posti

Mercoledì 10 ottobre a partire dalle 19 con I Mondi di Carta la città di Crema rivivrà i fasti dell’epoca rinascimentale: la Sala Pietro da Cemmo, all’interno del Museo Civico Cremasco, verrà adornata con arredi sontuosi e sarà animata da menestrelli, suonatori, mangiafuoco e giocolieri, per ricreare l’atmosfera del banchetto organizzato in onore del nobile condottiero perugino Malatesta Baglioni Perossino nel 1526.

Testina e lingua in salsa verde, fagiano in carpione, ravioli con la grassa di vitello, torta alle erbe, pasticcio di carne con fichi secchi, ravioli quaresimali fritti sono alcune delle portate che verranno proposte durante la cena, ispirata ai 1438 piatti, suddivisi tra 788 di grasso e 650 di magro, che costituivano lo sfarzoso convito, magistralmente descritto dallo storico di Crema, Pietro Terni.

Ad elaborare le pietanze selezionate, che verranno servite da personale in abiti d’epoca, saranno sei cuochi patron di altrettanti ristoranti locali, membri dell’associazione Le Tavole Cremasche, sotto la guida di Stefano Fagioli della Trattoria Via Vai: Carlo Alberto Vailati del ristorante Il Ridottino, Antonio Bonetti del ristorante Bistek, Chicca Coroneo della trattoria QUIN, Luciano Albertini della trattoria Tre Rose e Sergio Brambini dell’Hostaria San Carlo.La cena, con prenotazione obbligatoria, è riservata a circa 80 persone.

Il costo per persona è di 100 Euro e il ricavato verrà devoluto in beneficienza a due realtà cremasche che operano in ambito sociale.

Per prenotazioni e informazioni: info@imondidicarta.it