Cappella Cantone – Nuova discarica? Altro incubo

Non c’è pace per Cappella Cantone, San Bassano e Castelleone in tema di stoccaggio rifiuti. Vinta la battaglia per evitare che in un’area situata in territorio comunale di Cappella Cantone si insediasse una discarica per rifiuti contenenti amianto, nei giorni scorsi lo stesso terreno di proprietà di Cave Nord, impresa fallita dopo l’arresto del suo titolare, è stata venduta all’asta a una società impegnata nel settore dell’eco-riciclo. Ha iniziato così a circolare la voce che in quell’appezzamento possa prendere pian piano corpo un centro di stoccaggio per materiali provenienti da scavi, demolizioni e bonifica aree. Un’ipotesi che ha messo in allarme un intero territorio che con la discarica di inerti di Corte Madama ha già dato un forte contributo allo smaltimento dei rifiuti e che non vuole veder messe a rischio la bontà delle culture e soprattutto la salute di cittadini. Di certo e scritto non vi sarebbe ancora nulla, ma i pubblici amministratori sono sul chi va là.