MADIGNANO: Veglia di preghiera per p. Gigi, rapito in Niger

La chiesa di Madignano. Nella foto piccola p. Gigi

Chiesa parrocchiale di Madignano gremita questa sera alle 21, per la Veglia di preghiera proposta dalla comunità parrocchiale per padre Gigi Maccalli, missionario cremasco della SMA, nativo appunto di Madignano, rapito  due giorni fa in Niger. Erano presenti tantissimi fedeli non solo di Madignano, ma anche di altre parrocchie della città e dei paesi.

IL MESSAGGIO DEL VESCOVO DANIELE

Ha guidato la veglia il parroco don Giovanni Rossetti che all’inizio ha letto il messaggio del vescovo Daniele: 

“Cari fratelli e sorelle, desidero ringraziarvi per la vostra presenza a questo momento di preghiera a favore del nostro carissimo p. Pierluigi Maccalli; e, naturalmente ringrazio di cuore anche tutti quelli che non potendo partecipare materialmente a questo momento, hanno pregato e continuano a pregare perché p. Pierluigi possa essere presto liberato e tornare, in piena sicurezza, al lavoro nella sua parrocchia di Bamoanga, in Niger. Vorrei esprimere tutta la  mia vicinanza ai familiari di p. Pierluigi, alla sua parrocchia di Bamoanga e alla diocesi di Niamey, alla Società Missioni Africane e alla parrocchia di Madignano, e assicurare che tutta la nostra Chiesa di Crema continuerà a pregare per lui fino all’esito positivo – e speriamo prossimo – di questa vicenda.

Mi scuso di non essere fisicamente con voi in questa serata, perché impegnato con la sessione autunnale della Conferenza Episcopale Lombarda, al santuario di Caravaggio: ma la preghiera ci mantiene in comunione, e la mia assenza mi permettere di coinvolgere nella preghiera anche i confratelli vescovi di Lombardia, per chiedere con loro l’intercessione della Beata Vergine a favore di p. Pierluigi.

Il rapimento di p. Pierluigi, che comprensibilmente ci mette in ansia e desta in noi preoccupazione, è come il lato in ombra di qualcosa di luminoso, di una realtà che, da credenti, dobbiamo guardare con riconoscenza: e cioè la generosità di un nostro fratello che, in nome del Vangelo di Gesù, vive la missione in piena solidarietà con la sua gente, accettando anche il rischio che la cosa comporta. Questo rischio è il rischio dell’amore, che p. Pierluigi ha accettato di vivere senza fare l’eroe (così mi è sembrato quando l’ho salutato il 5 settembre scorso), ma con la semplicità di chi ha scelto di impegnare la sua vita per il Vangelo e per coloro che il Signore gli affida, soprattutto se piccoli, poveri, dimenticati e a questa scelta rimane fedele.

Nella nostra preghiera, dunque, portiamo p. Pierluigi e tutti coloro che gli sono cari e gli vogliono bene; preghiamo anche per i suoi rapitori, per la loro conversione al bene e alla giustizia; e preghiamo anche per noi, perché anche noi sappiamo accettare il rischio dell’amore, nella nostra vita di ogni giorno, senza resistenze egoistiche, ma con la gioia di chi sa donarsi senza riserva per testimoniare la bellezza e la grazia del Vangelo. Vi saluto e benedico di cuore. Daniele Gianotti, vescovo.”

IL ROSARIO RECITATO DAL FRATELLO P. WALTER

La veglia è continuata con la recita del rosario da parte di padre Walter, il fratello maggiore di p. Gigi, anch’egli missionario della SMA.

Al termine si è pregato insieme la preghiera che la Società Missioni Africane recita ogni giorno per l’Africa e per i missionari là impegnati.

Al termine il cognato di p. Gigi ha ringraziato tutti i presenti, affermando si sentire vicine tantissime persone che hanno pregato e pregano per il missionario rapito. “Non abbiamo notizie – ha detto – e questa assenza di informazioni ci pesa molto.” Ha ricordato la Chiesa primitiva, quando la comunità si raccolse in preghiera per Pietro… “noi oggi stiamo facendo la stessa cosa.”

Al termine il fratello Angelo mi ha ricordato il giorno in cui il vescovo di Niamey è venuto a Madignano e si è inginocchiato davanti alla loro anziana mamma, ringraziandola del dono di Pierluigi a quella lontana Chiesa dell’Africa.

PREGHIERE IN TUTTE LE PARROCCHIE E AL CONVEGNO PASTORALE

Molte parrocchie stanno organizzando veglie di preghiera per padre Gigi anche nei prossimi giorni. Anche venerdì, nell’ambito del secondo incontri del Convegno Pastorale diocesano, sarà organizzato un momento di preghiera per il missionario cremasco.