Soncino – Alessandro Fiori morto per un violento colpo alla testa

Il manager soncinese Alessandro fiori

Sarebbe stato un violento colpo alla testa, che ha provocato il solco individuato nella parte posteriore del cranio, a causare la morte di Alessandro Fiori, manager soncinese di 33anni trovato cadavere nelle acque del Bosforo a Istanbul il 28 marzo scorso, 16 giorni dopo la sua partenza da casa. Questo emergerebbe dalle prime indiscrezioni sulla perizia autoptica. Nei polmoni di Alessandro non è stata trovata acqua, il che starebbe a significare che il giovane non sarebbe morto per annegamento ma proprio a causa di quel colpo. Quindi sarebbe caduto o sarebbe stato gettato in acqua. Prenderebbe corpo così l’ipotesi dell’omicidio, quella sulla quale hanno sempre cercato di far puntare le attenzioni degli inquirenti turchi i familiari di Alessandro.