CRESPIATICA: Il gruppo scout organizza una giornata aperta presso la palestra per far conoscere le varie attività

scout
Un momento delle attività del gruppo scout
ll 23 settembre riparte la stagione di Assoraider Cremaschi. Presso la sede di Crespiatica (palestra di via Marzi), il gruppo scout offrirá una giornata aperta per far conoscere a tutti gli interessati il mondo dello scoutismo e le attivitá dell’Associazione.
In realtá l’attivitá si è giá avviata con la trasferta dei Rover (i ragazzi dai 16 ai 18 anni) a Mantova per sostenere ‘Effetto palla’, l’associazione no profit che ha creato una vera e propria rete di strutture veterinarie e di volontari, che si occupa degli animali in difficoltá.Tornando all’apertura della stagione scout 2018, il gruppo vaianese sará da subito impegnato nelle classiche attivitá tecniche, di gioco e di servizio presso le due sedi di Vaiano e Crespiatica, anche con una serie di eventi di promozione per coinvolgere i ragazzi che vogliano provare l’esperienza scout.

UN PERCORSO EDUCATIVO CON GIOCO, CANTO…

Lo scoutismo praticato dagli Assoraider è un movimento basato sul volontariato, a carattere non politico, aperto a chiunque senza distinzione di origine, di razza e di religione. Si tratta di un vero e proprio percorso educativo, che si rivolge a bambini e ragazzi dai 6 anni in avanti. Questo cammino si fonda sullo sviluppo di quattro aree fondamentali, differenziandosi in base alle diverse fasce di etá: abilitá manuale, salute e forza fisica, formazione del carattere e crescita interiore, servizio verso il prossimo.
I ragazzi si abituano a imparare facendo soprattutto tramite il gioco, ma anche attraverso il cammino, il canto, la fantasia, l’esplorazione, la curiositá e l’avventura.
L’obiettivo è stimolare i giovani e gli adulti a senso di responsabilitá, tolleranza, solidarietá, socializzazione, genitorialitá, spiritualitá.

4 GRUPPI IMPEGNATI IN DIVERSE ATTIVITÀ

Nell’Associazione trovano posto 4 gruppi: i Lupetti dai 6 ai 10 anni, gli Esploratori dagli 11 ai 15 anni, i Rover dai 16 ai 18, i Raider dai 19 ai 21. “In questi anni abbiamo realizzato con i nostri ragazzi, attivitá organizzate in escursioni, bivacchi e giochi, ma anche iniziative verso il sociale come la partecipazione alla ‘Colletta Alimentare’, a ‘Rifiutando’ e alle ‘Special Olympics’. Inoltre coltiviamo rapporti con gruppi di altri Paesi per organizzare attivitá in comune” spiegano i capi scout. Facciamo parte di Assoraider, con migliaia di associati che hanno sedi in diverse parti d’Italia, dal Piemonte alla Calabria, dal Lazio a Puglia, Sardegna e, naturalmente alla Lombardia. L’associazione è membro della Wfis (World Federation of Independent Scouts), organizzazione internazionale che attualmente conta circa due milioni di scout.