MADIGNANO – Lettera protocollata dai commercianti. Si chiede il ripristino del doppio senso da piazza Garibaldi a viale Rimembranze

Madignano
Con una lettera protocollata in Comune sabato 01 settembre, e lo stesso giorno consegnata nelle mani del sindaco Guido Ongaro, alcuni esercenti che hanno il proprio negozio lungo le vie Della Libertà e Roma, chiedono il ripristino del doppio senso di marcia sulle centralissime arterie in questione.
Un’iniziativa che fa eco alla petizione sottoscritta da un’ottantina di persone (titolari di attività e privati cittadini residenti lungo le summenzionate strade) contro l’iniziativa con la quale l’amministrazione comunale, a fine luglio, ha istituito un senso unico di marcia da piazza Garibaldi verso viale Rimembranze lungo le due arterie, disegnando una ciclabile da un lato e parcheggi dall’altro.
“Siamo stati in Comune – spiegano alcuni dei commercianti che hanno espresso malcontento: Alessandra Zagheno e Andrea Pacchioni di ‘Dimensione Pizza’, Eleonora Massari de ‘El Furnéer’ e Giuseppina Belli della omonima panetteria – per consegnare al sindaco la lettera che abbiamo protocollato per chiedere il ripristino della viabilità con doppio senso di marcia. Dal sindaco non abbiamo avuto in quella sede alcuna risposta alle nostre istanze che non sono figlie di un capriccio. Come abbiamo scritto nella lettera protocollata, da quando è stato istituito il senso unico di marcia il flusso di gente è diminuito. Gli avventori di passaggio ci girano attorno e non ci vedono e i clienti abituali trovano difficoltoso raggiungerci anche per la questione parcheggi. Il risultato è evidente: calo di lavoro. Se pensiamo al domani abbiamo molti timori”.
Una riunione per presentare il progetto del Comune era stata fatta. “Purtroppo non abbiamo potuto partecipare, ma i cori di no vi sono stati – continuano i commercianti –. Detto questo, subito ci siamo fatti sentire per il timore di ricadute negative sul lavoro e ci è stato detto che si trattava di una soluzione sperimentale. E allora perché i paletti sono stati ‘cementati’ a terra e non sono invece stati posizionati semplici birilli?”.
I commercianti contestano la soluzione anche in merito al tema sicurezza. “Su questa strada non ricordiamo incidenti – proseguono – e siamo convinti che la strategia adottata ora anziché rendere più sicuro il tratto di strada in questione peggiori le cose. Possiamo segnalare diverse situazioni a rischio: dalle auto che uscendo dai parcheggi in retromarcia invadono la ciclabile, alle vetture e a furgoni che imboccano la strada anche per brevi tragitti in contromano a volte anche solo per comodità, dalla velocità di transito elevata, alla ciclabile di via Roma troppo stretta sino ad arrivare a una situazione molto rischiosa per i ciclisti, ovvero l’interruzione in via Della Libertà della ciclabile, percorrendola verso piazza Garibaldi, con la necessità di transitare sulla pedonale stretta o contromano sulla corsia delle auto”.
“Siamo in tanti a non approvare questa soluzione – continuano i commercianti –. Oltre a noi vi sono i residenti firmatari della petizione, altre attività e anche un ufficio che condividerebbe la nostra linea di pensiero. Chiediamo che venga ripristinata la viabilità con doppio senso di marcia sulle due arterie interessate dalle modifiche. Questo per la salvaguardia delle nostre attività e dei posti di lavoro, oltre che per la sicurezza di ciclisti e pedoni. Speriamo di essere ascoltati e, in primis, di avere una risposta dal sindaco”.