IMPIANTI SPORTIVI E COMUNI – Bando da 12 mlioni di euro per riqualificare o realizzare nuove strutture

La presentazione del bando regionale 2018

Otto milioni di euro per la realizzazione o riqualificazione degli impianti sportivi nei
Comuni lombardi. Ai quali se ne aggiungono altri 3,170 destinati, con un secondo bando, alle ristrutturazioni e all’acquisto di nuove attrezzature sportive.
Le due misure sono state presentate questa mattina all’Ufficio territoriale della Provincia di Monza e Brianza dall’assessore regionale allo Sport e Giovani, Martina Cambiaghi. Si tratta del terzo incontro, dopo le tappe di Varese e Bergamo,
per promuovere i bandi in tutte le province lombarde. Oltre ai sindaci e ai rappresentanti dei Comuni della Provincia di Monza e Brianza, hanno partecipato all’incontro anche i rappresentanti per la Città Metropolitana di Milano e, in videoconferenza, quelli di Pavia.

BANDI: OCCASIONI PER LE AMMINISTRAZIONI – “Abbiamo deciso di andare incontro ai Comuni lombardi – ha dichiarato l’assessore allo Sport e ai Giovani Martina Cambiaghi – con un primo bando che risponde a una precisa richiesta che mi è arrivata da tante realtà del territorio nei primi mesi del mio mandato. Si tratta
di un’importante occasione, una vera e propria opportunita’ d’oro, per le amministrazioni locali. Gli 8 milioni di euro serviranno infatti per riqualificare 16.000 impianti sportivi lombardi, per metterli a norma e in sicurezza e per abbattere le barriere architettoniche e renderli piu’ efficienti dal punto di vista energetico. E inoltre possono rientrare nel bando anche interventi su spogliatoi, tribune e spazi accessori per le aree verdi”.

L’agevolazione consiste nella concessione di contributi a fondo perduto in conto capitale, fino al 50% delle spese ammissibili, per lavori che devono essere avviati entro il 30 ottobre dell’anno prossimo. Gli investimenti devono non possono essere inferiori a 100.000 euro, nel caso di interventi di miglioramento e riqualificazione degli spazi per i servizi di supporto all’attività sportiva, e a 250.000 euro in caso di realizzazione di nuovi impianti.