Cerca di vendere bici rubata: deferito per ricettazione

I carabinieri della stazione di Crema hanno deferito un cittadino italiano per ricettazione di una bicicletta.

È successo nel pomeriggio di venerdì 24 agosto. È giunta alla stazione dei militari una richiesta telefonica da parte di un titolare di negozio di biciclette di Crema che segnalava la presenza di una persona che con fare sospetto voleva vendergli una bicicletta usata. Il titolare del negozio, tuttavia, aveva dei seri dubbi sulla sua provenienza poiché aveva riconosciuto la bici venduta  alcuni mesi prima ad una donna del luogo.

Una pattuglia dei carabinieri della stazione di Crema si recava presso il negozio e constatava la veridicità della comunicazione. La bicicletta da donna risultava, infatti, essere stata denunciata come furto perpetrato alcuni giorni prima da una 40 enne di Crema che l’aveva parcheggiata nei pressi della stazione ferroviaria ma, nonostante l’avesse chiusa a chiave, le era stata rubata. La bici del valore di oltre 500 euro veniva mostrata alla proprietaria che la riconosceva e quindi veniva restituita alla donna che appariva visibilmente molto felice per l’epilogo insperato ma estremamente positivo della vicenda.

Il 30 enne con pregiudizi giuridici di varia natura è stato deferito alla Procura della Repubblica di Cremona per ricettazione e nei suoi riguardi verrà altresì avanzata una proposta di misura di prevenzione della durata di tre anni per evitare che possa continuare a delinquere anche in futuro.

L’invito che viene rivolto alla comunità cremasca è quello di rivolgersi alle Forze dell’Ordine per denunciare tutti i furti che vengono subiti, in particolare in questo caso di biciclette, avendo cura di fotografare, all’atto dell’acquisto, il velocipede per poter facilmente ricordare la marca il colore, il modello e soprattutto il numero di telaio poiché, in caso di rinvenimento, sarà più semplice ottenerne la restituzione.