Ripalta Cremasca – Cremosano: la TaRi? Si paga online con ‘pagoPA’

Da sinistra: Vailati, Della Noce, Bonazza, Perrino e Lusardi

Tra i primi in provincia di Cremona – e, pare, anche in Lombardia – i Comuni di Ripalta Cremasca e di Cremosano avviano il servizio di pagamento online per la TaRi (la Tassa sui rifiuti) e, successivamente anche per gli altri tributi locali. Niente più code agli sportelli, dunque, e stop alla compilazione di modelli vari: ora è possibile pagare la Tassa con alcuni semplici passaggi, grazie al servizio pagoPA attivato dalle due amministrazioni comunali e grazie al lavoro svolto da Consorzio.IT, oltre che dagli Uffici Tributi dei rispetti Comuni.

La “tecnologica novità” è stata presentata nella mattinata di oggi, venerdì 13 luglio, presso la sede di Scrp a Crema: presenti i sindaci dei due paesi – Raffaele Perrino di Cremosano e Aries Bonazza di Ripalta, quest’ultimo affiancato dal vice Adriano Della Noce e dall’assessore Roberto Vailati – e, per Consorzio.IT Cristian Lusardi.

“A Ripalta – ha detto Bonazza – in questi ultimi anni abbiamo lavorato molto sulla digitalizzazione dei servizi e ora, dopo la mensa scolastica e i trasporti, portiamo nelle case dei cattadini anche il pagamento online della TaRi. Nulla cambia per quanto riguarda cifre rateizzazione: la scadenza per la rata unica resta fissata al 30 luglio; se invece si rateizza le scadenze sono quelle del 30 luglio, 28 settembre e 30 novembre. La novità, come detto, riguarda il pagamento con pagoPa: il nuovo bollettino arriverà nei prossimi giorni nelle case dei ripaltesi, con tutti gli allegati per le modalità di pagamento e con una scheda sul funzionamento della TaRi”.

Stesso discorso a Cremosano. Il sindaco Perrino s’è unito al collega Bonazza nel ringraziare Consorzio.IT per il lavoro svolto: “Sono servizi – ha aggiunto – importanti e un bel segnale per i nostri Comuni”.

Lusardi è entrato nei dettagli del funzionamento. “I contribuenti potranno pagare accedendo, mediante computer o uno smartphone, al sito Internet dei Comuni: cliccando sul logo pagoPA potranno raggiungere il portale dei pagamenti e procedere con il pagamento online, possibile anche con le App installate sul proprio telefonino in modo immediato e semplice. Il servizio telematico è attivo 24 ore su 24 e permette di fruire dei servizi comodamente da casa o dall’ufficio. Per gli utenti meno ‘digitali’, inoltre, sarà comunque possibile saldare la TaRi presso i tabaccai, le ricevitorie e gli sportelli bancari: in tal caso va utilizzato il codice di avviso di pagamento (Iuv) oppure il QRCode o i codici a barre presenti sull’avviso cartaceo ricevuto a domicilio. Al momento non è ancora possibile il pagamento in Posta”.

Sui siti comunali ogni cittadino trova il proprio stato debitorio e il resoconto di ogni pagamento. “Per i Comuni – hanno infine rilevato i sindaci Bonazza e Perrino – c’è pure il vantaggio della maggiore celerità nei pagamenti dei tributi, con migliori flussi di cassa e più controlli su eventuali evasori”.