Over Limits Summer Camp!

L’estate di solito è la stagione in cui i disabili trovano meno offerte di attività e a loro volta chi si occupa di loro fa molta più fatica nella gestione. Per questo motivo l’idea di OverLimits Summer Camp è veramente lodevole e utile. Il progetto, che si rivolge alle persone adulte con disabilità intellettiva a cui appunto viene data la possibilità di riempire buona parte del tempo libero estivo, è stato presentato questa mattina nella sede dell’Associazione, alla presenza dell’assessore Michele Gennuso e delle infaticabili anime dell’ente Dario Borroni, Nicola Bettinelli e lo psicologo Angelo Suardi. I disabili iscritti al camp (che partirà il prossimo 9 luglio e durerà 4 settimane) attualmente sono una quindicina, Le giornate dal lunedì al venerdì inizieranno alle ore 14 e si concluderanno alle ore 18 e i diretti interessati non avranno tempo d’annoiarsi poiché il lunedì sarà la giornata del nuoto presso il centro natatorio Nino Bellini di via Indipendenza, il martedì si giocherà a bocce al bocciodromo cittadino, il mercoledì sarà la volta del Golf Crema Resort, mentre il giovedì l’appuntamento è fissato con il Tennis Club di via Del Fante. Il venerdì niente sport particolari ma il pomeriggio sarà dedicato a una bella passeggiata. Gli incontri saranno gestiti da tre tecnici sportivi e dallo psicologo Suardi e settimanalmente si farà il punto della situazione. Nel Camp verranno coinvolti partner normodotati per dare ulteriore concretezza al fine di inclusività che Over Limits si prefigge da sempre. Alla conferenza stampa erano presenti anche Italo Mariani per il Golf Resort che tra l’altro ha annunciato la bella e importante notizia che al campo cittadino è stato assegnato per ottobre un Open per disabili e Agostino Corlazzoli per il Tc Crema che ha invece annunciato lo sviluppo del circolo con ulteriori sei campi prossimamente. “Possiamo solo ringraziare Over Limits per questa grande proposta e opportunità sociale in un momento dell’anno quale l’estate che è particolarmente difficile da gestire per le famiglie dei disabili” queste le parole dell’asessore Gennuso.