Crema – Furto sventato, due romeni nei guai

I Carabinieri ispezionano la Smart

Continuano incessanti i controlli da parte delle pattuglie dei Carabinieri per contenere il fenomeno dei furti in attività e negozi. Ieri, martedì 3 luglio, nel tardo pomeriggio in via Capergnanica a Crema, nei pressi di un negozio di scarpe, è segnalata da parte di un esercente la presenza di un veicolo sospetto che stazionava da alcuni minuti nel parcheggio adiacente all’attività commerciale. I Carabinieri sono prontamente arrivati e hanno trovato una sorpresa.

La pattuglia del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Crema ha avviato i controlli della Smart segnalata dagli esercenti e che all’arrivo dei militari era stata vista andarsene. I Cc l’hanno fermata e a bordo hanno trovato due piccole tenaglie nonché uno smagnetizzatore per antitaccheggio “strumenti tipici – spiega il maggiore dell’Arma Giancarlo Carraro – utilizzati per asportare capi di abbigliamento e/o accessori (scarpe, borse, cinture, ecc…) nascondendosi nei camerini e così passando indenni attraverso i sistemi di antitaccheggio di cui sono dotati molti i negozi e centri commerciali. Dal controllo i due rumeni poco più che 20enni che si trovavano a bordo della vettura, provenienti dall’hinterland milanese, risultavano già gravati da diversi precedenti specifici e quindi venivano accompagnati presso gli uffici di via Macallé ove si procedeva ad ispezionare meglio il veicolo procedendo al sequestro di quanto rinvenuto”.

I due sono stati deferiti per possesso ingiustificato di arnesi atti allo scasso e ad offendere ed altresì muniti muniti di proposta di Foglio di via obbligatorio per tre anni dal Comune di Crema.