Rivolta d’Adda – 30 anni con la Pro Loco

Il pubblico presente al momento istituzionale per i 30 anni della Pro Loco

Ha scelto un luogo istituzionale, la sala consigliare del comune, la pro-loco (ha cominciato a muovere i primi passi il 2 giugno 1988), per il 30° di fondazione. La cerimonia, ben riuscita, s’è svolta sabato scorso, 2 giugno, Festa della Repubblica italiana. Tante la autorità intervenute, tra cui l’on. Claudia Gobbato, il presidente della Cassa Rurale Bcc Caravaggio Adda e Cremasco, Giorgio Merigo,  il presidente pro loco Lombardia Pietro Segalini ed il sindaco Fabio Calvi. Per l’anniversario è stato realizzato anche un bel volume, dal titolo: “Pro loco di Rivolta d’ADDA: Trent’anni di tradizioni, arte, cultura, ambiente e amore per il paese”. Il presidente Giuseppe Strepparola, prima di tracciare il consuntivo dell’attività svolta dall’associazione, ha ringraziato “tutti i partecipanti e “il compianto Emiliano Mondonico che prima di lasciarci ha voluto dedicare un proprio pensiero scritto alla Pro Loco. Personalmente ho perso un amico e la comunità rivoltana ha perso un grande personaggio legato al mondo dello sport e impegnato nel sociale. Nel libro hanno, inoltre, detto di noi: Don Dennis Parroco di Rivolta d’Adda, Suor Daniela delle Suore Adoratrici, Luigi Minuti, nostro collaboratore nelle iniziative culturali, Maurizio Carbonera Vice Presidente dell’Auser Regionale, Pietro Segalini Presidente Regionale dell’UNPLI Lombardia e Raffaele Moriggi, Presidente dell’Associazione Pianura da Scoprire di Treviglio”.

Il presidente della Pro Loco ha evidenziato che Rivolta è “una comunità ricca di storia, di cultura, di arte, di natura, di sport, di religiosità che, nei giorni scorsi, ha gioito all’annuncio, da parte di papa Francesco, della proclamazione della santità di Padre Francesco Spinelli, fondatore delle Suore Adoratrici del SS. Sacramento. La sua canonizzazione avverrà a Roma il prossimo 14 Ottobre”.

Ai soci fondatori è stato riservato il diploma ed ai presidenti che si sono succeduti una targa. I soci fondatori sono stati: Luigi Capelli, Giuseppe Lucini Paioni, Mario Piacentini, Francesco Losi, Guido Olivari, Angelo Baroni, Valeriano Corsini, Armando Ferrario, Alessandro Ruggeri, Flavio Mondonico, Maurilio Alghisi, Pietro Facchetti, Filippo Gentile. Dall’88 ad oggi il ruolo di presidente è stato ricoperto da: Vincenzo Tavazzi, Giuliano Morandi, Nedo Bosi, Guido Corsini, Giuseppe Zagaria, Roberto Baccalini, Giuseppe Strepparola. Una targa speciale è stata attribuita a Sergio Airoldi.

Leggi l’articolo in versione integrale su Il Nuovo Torrazzo in edicola da oggi