Offanengo – Cerca il fresco in Internet, trova un truffatore

I Carabinieri di Romanengo

Compra, o meglio cerca di farlo, un condizionatore in Internet ma viene truffato. Vittima del raggiro un offanenghese che dopo aver pagato 300 euro come anticipo e non aver ricevuto nulla sporto denuncia presso i Carabinieri della stazione di Romanengo che sono riusciti a risalire all’autore del raggiro deferendolo.

“Navigando in Internet su siti non sempre sicuri – spiega il maggiore dell’Arma Giancarlo Carraro – si rischia di cadere in quei tranelli cosiddetti ‘specchietti per le allodole’ ove un prezzo conveniente ,che apparentemente sembra un ottimo affare, cela in realtà una truffa. In questo raggiro è incappato un cittadino di Offanengo che ha pensato bene di pagare 300 euro di anticipo per un impianto di condizionamento della propria abitazione per poi accorgersi che dopo alcuni giorni non gli era stato inviato alcunchè. La vittima aveva  cercato di contattare il venditore on line, invano, tanto da accorgersi che il sito era stato tolto ed offuscato. Decideva quindi di rivolgersi ai Carabinieri di Romanengo”.

I militari, grazie a mirate indagini, sono riusciti in breve tempo a identificare il truffatore. Si tratta di un 59enne di Trento, disoccupato, con pregiudizi penali specifici, che ha rimediato, così, una denuncia per truffa alla Procura della Repubblica di Cremona. La vittima del raggiro potrà intentare causa al truffatore cercando di riottenere il denaro.

“L’invito che viene rivolto a tutti indistintamente – conclude Carraro – è quello di fare attenzione alle insidie che la rete nasconde evitando di pagare con mezzi che non permettono il risarcimento del danni, verificando i requisiti del venditore anche attraverso le recensioni di altri acquirenti”.