CARITAS: INAUGURATA LA NUOVA MENSA SOCIALE DEL SAN LUIGI

Il vescovo Daniele benedice la nuova mensa

Dopo mesi di attesa, questa sera alle 19, il vescovo Daniele e il sindaco Bonaldi hanno inaugurato la nuova mensa del Centro San Luigi di via Bottesini a Crema, che da ormai alcuni mesi serve le varie realtà della Caritas diocesana e da lunedì è stata aperta al pubblico (dalle 12.15 alle 14). Presente anche il direttore della Caritas don Gipponi e numerosi invitati.

“Una mensa sociale – ha detto Claudio Dagheti vicepresidente Caritas – nella quale è possibile inserire persone fragili a rischio di esclusione.” E ha ricordato i tre pilastri sulla quale si vuole presentare al pubblico cremasco: l’offerta di buon cibo, l’inserimento lavorativo appunto di persone fragili e la chiusura di alcune filiere di orti sociali che forniranno le verdure. Nello stesso tempo ha auspicato che alcune cooperative locali possano trovare nella mensa Caritas il punto di arrivo delle loro filiere.

La mensa viene gestita in collaborazione con la cooperativa LE ORME che presta servizi alla Caritas. Il presidente Montanaro ha preso la parola per ringraziare e presentare Barbara, punto di riferimento della mensa. “Questo luogo – ha detto – diverrà promotore di eventi particolari, come cene e iniziative di socializzazione. Siamo chiamati a generale valore sociale e a lavorare insieme con tutto il territorio.” Infine ha ringraziato la cooperativa, don Francesco, Barbara e il cda del San Luigi.

Il sindaco, nel suo intervento, ha ricordato che il San Luigi è stato un oratorio cittadino e oggi ospita il progetto “sportabilità” del Crema 1908 e un presidio per ragazzi in difficoltà. “Questa della mensa è la ciliegina sulla torta.” E ha ricordato che oggi l’assistenza non è più elemosina, ma “facciamo un progetto, ti prendo per mano e andiamo avanti insieme.” Auguri!

Il vescovo Daniele, leggendo un brano degli Atti dove si narra che i credenti prendevano i pasti insieme, ha sottolineato che “la condivisione della tavola era un aspetto fondamentale delle prime comunità cristiane. Alcune decisioni più sofferte hanno proprio voluto salvaguardare lo stare assieme alla stessa mensa! Del resto Gesù ha condiviso spesso i pasti con amici e anche con peccatori, creando pure scandalo. Quello che si inaugura qui stasera – ha concluso – è la possibilità di stare insieme alla stessa tavola, punto cruciale del Vangelo. Soprattutto questo ristorante che ha le caratteristiche della socialità”. Mons. Gianotti s’è dichiarato molto riconoscente per coloro che hanno lavorato a questo progetto.  

L’inaugurazione s’è conclusa con un buffet per tutti.