Ricengo – Corriere romeno fermato e multato

I Carabinieri controllano il furgone del corriere straniero

Al fine di contrastare efficacemente i reati predatori, oltre all’esecuzione dei servizi di prevenzione con l’impiego di più pattuglie su tutti i 48 Comuni cremaschi, nel pomeriggio di domenica i Carabinieri hanno posto in essere un servizio specifico di controllo dei corrieri stranieri. Questo alla luce del fatto che in passato le Forze dell’Ordine hanno avuto modo di effettuare verifiche che hanno consentito di rinvenire refurtiva. Recente mente sono state rinvenute su un furgone diretto verso i paesi dell’Est Europa scatole di cosmetici asportati da operai infedeli di un’azienda imballati e destinati al mercato nero.

“Nel pomeriggio di ieri – ha spiegato il maggiore dell’Arma Giancarlo Carraro – lungo la statale a Ricengo, durante uno di questi controlli è stato fermato un furgone con targa romena all’interno del quale erano stipati diversi pacchi provenienti dalla Romania ed altri invece consegnati in Italia e diretti in quello Stato. Dal controllo dei documenti di viaggio in possesso del 54enne romeno, tuttavia, emergeva che le lettere di vettura non erano compilate correttamente e quindi si provvedeva a contravvenzionare il corriere per la violazione delle norme che regolano i trasporti internazionali. La multa comminata ammonta a 2.000 euro.Nelle prossime settimane i controlli verranno ripetuti, proprio per scoraggiare e reprimere forme di ricettazione di refurtiva diretta verso l’estero”.

L’invito che i Carabinieri rivolgono alla popolazione è quello di segnalare, attraverso il 112, i luoghi presso i quali questi furgoni si fermano per raccogliere i materiali e poterli così controllare prima che ripartano verso l’estero.