PENTECOSTE: a San Giacomo Messa internazionale dei popoli

Il momento della processione offertoriale

“Ogni anno si svolgono almeno due messe internazionali: a gennaio è stata animata dalla comunità africana, oggi viene animata dalla comunità latino americana.”

Un’esponente di questa comunità, presente nella nostra diocesi, ha salutato tutti i fedeli che partecipavano alla messa internazionale celebrata oggi alle ore 10.45 nella chiesa parrocchiale di San Giacomo in città.

“La scelta della Pentecoste non è casuale”,  ha continuato in lingua spagnola, tradotta da Fantoni, responsabile della Commissione Migrantes della Diocesi che ha organizzato l’iniziativa. “Con il dono dello Spirito Santo la ricchezza del messaggio cristiano diventa patrimonio di tutti e per la sua diffusione non è più ostacolo la lingua.

In questa unità pastorale – ha concluso – è iniziata una riflessione per comprendere il significato dei flussi migratori. Siamo convinti che questa liturgia non debba essere un fatto eccezionale, ma possa diventare un fatto ordinario, come espressione di una vera esperienza quotidiana di comunione tra le diversità.” 

La Celebrazione è stata accompagnata dal Gruppo Musicale latinoamericano di Pavia. La parola di Dio è stata letta in lingua spagnola e portoghese. Ha presieduto e tenuto l’omelia don Paolo Rocca. In spagnolo e portoghese anche i canti della liturgia; alcune invocazioni della preghiera dei fedeli pure in lingua inglese.

Alla processione offertoriale sono state portate all’altare tre Bibbie, in tre lingue diverse e un cero, al quale, alla fine della Messa, sono stati accese le candele dei fedeli come segno dello Spirito Santo donato a tutti.

La bella liturgia è terminata con un rinfresco fraterno per tutti. 

Questo slideshow richiede JavaScript.