Crema – Concorso “Don Agostino Cantoni”, tutti i vincitori

Si è rinnovata anche quest’anno l’alta partecipazione e la qualità, del concorso fotografico e letterario in ricordo di don Agostino Cantoni, promosso dall’unità pastorale S. Giacomo e S. Bartolomeo. Tema della IX edizione Oltre la paura. La “poesia” del coraggio. Sabato 12 maggio, presso Santa Maria di Porta Ripalta, si è svolta, a partire dalle ore 16, la premiazione dei vincitori sia nella sezione adulti sia in quella ragazzi, per gli elaborati letterari, che sono stati letti e che hanno confermato il valore dei lavori presentati al concorso, e per le fotografie, anch’esse di ottima fattura.

La premiazione, presentata dall’intelligente vivacità di Valeria Groppelli, è stata seguita con attenzione; non sono mancati ricordi della figura e della personalità di don Cantoni e alcuni intermezzi musicali.

A seguire il nome dei vincitori e le motivazione di tutti i premi.

SEZIONE LETTERARIA

1° PREMIO ADULTI – Lettera alla paura di Vittorio Caratozzolo (Trento)

“Quale novello don Chisciotte l’autore redige una lettera alla “Signora Paura”.

Per inviare una simile epistola ci vogliono capacità di argomentare, coraggio esistenziale e una buona dose di ironia, ingredienti che abbondano nello scritto premiato.   L’autore elabora il testo con una scrittura sciolta e limpida che porta chi ascolta a condividere le ragioni da opporre alla paura quando si presenta insopportabile e invadente nella sua irrazionalità dispersiva e ad accoglierla quando segnala un pericolo le cui conseguenze vanno evitate con una buona dose di adrenalina. Una breve ed agile lezione propedeutica per vivere la poesia del coraggio dentro le contraddizioni della vita.

2° PREMIO ADULTI – La scorta di Tiziana Monari (Prato)

Con la magia delle parole siamo invitati a rivivere uno degli episodi più tristi legati alla violenza omicida di Cosa Nostra, la strage di Capaci, l’attentato esplosivo del 23 maggio 1992 , che pose tragicamente fine alla vita del giudice Falcone, di sua moglie Francesca Morvillo e degli agenti della sua scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Mortinaro.La poetica dell’opera premiata si focalizza sugli uomini della ‘Scorta’ che ormai vivono “quassù dove riposano le rose … in un angolo di cielo”. La rivisitazione immaginata degli attimi seguenti l’attentato offre una lettura carica di dolore attraverso i brandelli “di corpi accatastati a secco, le lamiere, il fumo, il flash delle farfalle bruciate in volo”; tuttavia il dolore viene trasfigurato dal coraggio, valore immenso del “cuore” di chi si impegna ad essere “la scorta, a portare la bandiera, a proteggere e servire … quando l’acero guizzava di giallo e con il profumo delle zagare nell’aria”.

3° PREMIO ADULTI – Oltre quel muro di Rodolfo Andrei (Roma)

Il muro del racconto breve è quello della scuola di Jusuf, un ragazzino palestinese. La scuola è tagliata in due in seguito alla guerra. Le classi sono in territorio palestinese, il cortile e il campo da gioco sono in territorio israeliano. Le separa un’alta barriera di cemento. Il realismo della narrazione diventa altamente significativo quando oltre quel muro entra improvvisamente in gioco una palla. Oggetto che offre lo spunto per dichiarare fermamente e fortemente a qualsiasi amico o nemico che “nemmeno una barriera così alta poteva riuscire a soffocare quello che di buono c’è dentro ogni essere umano”.Ancora una volta la poesia del coraggio oltre il muro della paura.

SEGNALAZ. Di merito

-LE FASI DELLA PAURA di Alessio Balconi- Milano

-La MONTAGNA di Maria Francesca Battaglia – Vaprio d’Adda- Mi

1° PREMIO RAGAZZI – Diario di Miranda di Evelina Rusu (Sc. Media Pascoli IC Brescia Sud 3)

Dolore, coraggio, consapevolezza. Il breve racconto si snoda in tre tempi datati nel diario di una giovane anoressica che vince la paura di ingrassare con il coraggio della verità e la consapevolezza del proprio valore personale. L’opera viene premiata per lo stile asciutto e il linguaggio confacente alla sofferta situazione vissuta dalla protagonista. La sapiente struttura narrativa mentre intriga l’ascolto offre un aiuto a comprendere ed accompagnare la crescita spesso problematica ma anche ricca di significato degli adolescenti d’oggi.

2° PREMIO RAGAZZI – Rouge di Alice Milanesi -3C Galmozzi Crema

La storia del pettirosso Rouge che ha paura di spiccare il volo diventa scuola di vita ad affrontare con coraggio le paure che necessariamente sorgono nel percorso di crescita degli adolescenti. La sobrietà del racconto scritto con ricchezza di immagini rende la narrazione gustosa e interessante. La fedeltà al tema del concorso viene espressa con delicatezza e precisione, perché la scelta dell’insegnante di istruire gli alunni con una storia altamente educativa e la conclusione del genitore presente e in ascolto, attento alle parole della giovane figlia, danno motivi per “essere coraggiosi non nel senso di non avere paure, ma essere abbastanza forti da superarle”.

3° PREMIO RAGAZZI– Paura e coraggio di Federico Gennuso- 2D Galmozzi Crema

La vena poetica di quest’opera è leggera come una piuma e pura come acqua di sorgente. La paura nelle sue varie manifestazioni viene affrontata con il coraggio inteso come un combattimento tranquillo. Le due parti dello scritto sono come pennellate colorate di una vivacità sorridente e sfuggente a qualsiasi collocazione tematica se non a quella prevista dal concorso. Per questi motivi la giuria premia l’opera ed il suo giovane autore.

Segnalazioni di merito

 Sofia Teani (Sc. Media Pascoli BS)

Giulia Casa (SC.Galmozzi Crema)

AUTORE CREMASCO 2018

Luisa Guerrini Rocco col testo “D”

Motivazione- La sorpresa d’una inaspettata gravidanza, l’angoscia che questa procura, la paura irrazionale e razionale che provoca. L’ascolto d’un piccolissimo cuore che palpita instancabile strappa una lacrima ed un sorriso. Un testo costruito con abilità ed intelligenza nella sua originalità.

SEZIONE FOTOGRAFIA

3 PREMIO fot giovani- non assegnato

 2 premio fotografico giovani- Gianluca Rossi (Pianengo) cl II D sc media Vailati

Tecnica: un’ immagine del reale.

1 premio fotografico giovani         Opera “La volontà e il coraggio”                                                                                                                     Autore: Classe di fotografia della Scuola media “Nelson Mandela” di Crema (Galmozzi) Crema

Motivazione:     Shah mat, il re è morto. Qui l’origine delle parole persiano-araba che, nel gioco degli scacchi, traduciamo in “scacco matto”, la mossa del maturato completamento Carico del suo vigoroso valore simbolico, in questa scena il re simboleggia la paura, sovrana e onnipresente, limite spesso invalicabile e impedimento per l’essere umano alla possibilità di muovere il passo necessario al compimento di un proprio destino, libero e determinato. Nel gesto della nostra protagonista, dotata di un semplice pedone, una mossa apparentemente impossibile, ma di fatto realizzabile esclusivamente per mezzo di un fermo atto di volontà e di profonda fiducia in se stessa. Nonostante la sua tenera e fragile età, la bambina si cimenta con serena risolutezza all’adempimento del proprio dovere e al raggiungimento dell’innato scopo: l’abbattimento dell’ultimo baluardo, ostacolo per il raggiungimento della felicità. (Prof. Antonio Patanè)

SEZIONE FOTOGRAFIA ADULTI

Segnalata Adulti       Opera: “ La paura”

Autori: Elena e Riccardo Bacigalupo (Crema)

Motivazione:    La paura si può sconfiggere “aprendosi” e “non chiudendosi”.

3 premio fotografico adulti ex aequo

Opera: Insieme

Autore:  Daniele Locatelli di Adrara San Martino Bg

MOTIVAZIONE : l’opera affronta la tematica in modo essenziale, non vi sono dettagli nella fotografia, che rappresenta due bambini attraversare un tunnel buio. La rappresentazione espone nel buio dell ambiente il luogo in cui risiedono le principali paure dei bambini, il loro cammino però è diretto verso la luce, la soluzione alla paura. I soggetti sono allo stesso livello, e quasi istintivamente si cercano e si tengono per mano dandosi reciproco coraggio.L”opera vuole far riflettere come talvolta la soluzione nell’affrontare problemi quotidiani possa essere facilitata nel supporto di chi ci è vicino. Tecnica: contrasto ombra-luce, nero-bianco, ma la tensione è verso la luce

3 premio fotografico adulti ex aequo

Opera: Oltre la solitudine

Autore:  Crociani Gianni di Cesena

Mmotivazione :Persone come ombre, ma che si muovono verso la luce e per questo non sono più sole. Tecnica; Tempi lunghi e cavalletto per conservare sfocature e precisione dei dettagli.

2 premio fotografico adulti  

Opera: Amore fraterno Autore Daniele Fortini di Offanengo 

Motivazione: Immagine con colori forti che emotivamente sottolinea la paura di passare in quel luogo. Contrasto con la serenità dei due soggetti che camminano insieme,dal titolo si evince che l’antidoto alla paura è l’amore e in particolare l’amore famigliare.

1 premio foto adulti  

Opera: Affontare le tue paure Autore:  Antonio Calandra   di Partinico -Palermo)

Motivazione: Contrasto grande piccolo, ma piccolo in movimento Tecnica; Linearità dell’immagine. Linee fredde verso l’alto che esprimono il mondo moderno freddo e impenetrabile. Uomo piccolo, ma al centro della scena.

Fotografo cremasco 2018

Opera: Via di fuga                                                                                                                                 Autore Rizzotti Matteo

Motivazione:   Anche nel degrado può esserci speranza, c’è sempre una luce che può rischiarare

 

 

 

.