La Libertà ha veramente le ali?

La libertà di uno può essere assoluta e piena?
Certo, ad ognuno è data la libertà di pensiero, di espressione, di parola, tutta una serie di diritti che anche la nostra costituzione sancisce.

Certo, il concetto che ognuno di noi è libero è molto moderno e, purtroppo, non ancora accettato in ogni stato; nell’antichità e ancora oggi è infatti molta diffusa la schiavitù, intesa non solo come lavori forzati, ma schiavitù e costrizione che si riflettono sulla mente e ne limitano il pensiero, come è accaduto in alcuni regimi o più attualmente la schiavitù è quella delle mode e dei trend che, se non rispetti, ti fanno catalogare come uno sfigato.

La libertà è quindi una cosa individuale, un “possedimento” che ognuno di noi ha;  tuttavia la nostra libertà non può limitare quella di chi ci sta attorno, la libertà degli altri è l’unico limite imposto alla nostra poiché se ognuno di noi facesse ciò che vuole senza limiti la nostra società cadrebbe a pezzi.

Un esempio è la libertà nell’amore, si dice che se ami davvero qualcuno lo lasci libero, un amore costretto da vincoli e non ricambiato non è infatti amore vero, ma un suo malato surrogato; amare una persona significa innanzitutto rispettare lei e le sue scelte, quindi rispettare la sua volontà, anche se implica lasciarla andare, questo è il più grande gesto d’amore che si possa fare.

Quindi la libertà può davvero essere assoluta?
È possibile che ognuno faccia tutto ciò che vuole quando lo vuole?
Forse la libertà è un concetto troppo complicato per essere spiegato con le parole e va’ semplicemente vissuta, giorno dopo giorno, ora dopo ora, respirata e amata; perché la libertà è il dono più prezioso che abbiamo e nella sua stessa impossibile descrizione sta la sua grandiosa bellezza.

Giada, IV Liceo Scientifico