Castelleone – Sicurezza e rispetto delle regole

La palazzina di via Sgazzini a Castelleone

Più sicurezza e rispetto delle regole. Questo il binario sul quale si sta muovendo da tempo l’amministrazione comunale. In questo solco rientrano gli ultimi interdenti riguardanti la videosorveglianza, potenziata ulteriormente, e il condominio di via Sgazzini, con tre appartamenti ai quali è stato murato l’ingresso.

Partendo da qui, la criticità della palazzina della via che si affaccia lungo il viale Santuario è nota da tempo. Sabato mattina il sindaco Pietro Fiori, il consigliere delegato alla Sicurezza Fabio Farina e il comandante della Polizia Locale Andrea Vicini, hanno informato come nelle scorse settimane fossero stati riscontrati, nel ‘grattacielo’, degli ingressi in appartamenti disabitati e già oggetto di chiusura per provvedimento amministrativo con sfondamento di porte blindate. “Il primo cittadino – spiega Farina –ha emesso un’ordinanza che ha ingiunto ai proprietari la messa in sicurezza degli appartamenti e, trascorso il tempo previsto nel provvedimento, il Comune si è attivato per l’esecuzione coattiva con la muratura degli ingressi”.

“In via Sgazzini stiamo facendo un lavoro meticoloso, si lavora su ogni singolo caso – ha dichiarato il sindaco –. E’ indubbiamente una zona critica ma con determinazione abbiamo murato tre appartamenti, una soluzione drastica per prevenire e contrastare il degrado e ripristinare il rispetto delle regole”.

Oggi circa la metà degli appartamenti del condominio sono vuoti. L’obiettivo dichiarato dell’amministrazione è, lavorando su ogni caso singolo, svuotare il condominio.

Sempre sabato, presso il comando di Polizia Locale, è stato presentato alla stampa il 2° lotto della videosorveglianza urbana attualmente in fase di realizzazione. Con un investimento pari a 10mila euro sono state installate nuove telecamere agli Orti di Santa Chiara (2), all’ingresso principale del cimitero e nel centro storico sul Municipio (con visuale su piazza del Comune, via San Realino e via Fondali). I nuovi occhi elettronici si aggiungono alle prime telecamere installate nel 2016 in via Roma, in piazza Borgo Isso, sul viale Santuario, alla stazione ferroviaria e alla piazzola ecologica.

“La promessa elettorale della lista ‘Fare Castelleone’ – sottolineano Farina e Fiori – può dirsi mantenuta: Castelleone non era dotato di un sistema di videosorveglianza urbana mentre oggi è sorvegliato da 9 telecamere (a cui vanno aggiunte le due esterne al Comando di Polizia Locale su via Garibaldi e sotto i portici), nonchè dai tre varchi lettori targhe bidirezionali rientranti nel progetto sovracomunale di SCRP (posti alla Pellegra, a Le Valli e sulla Paullese all’altezza Corte Modama) che a breve entreranno in funzione.

Prossimi obiettivi per la videosorveglianza comunale (già stanziate a bilancio le risorse) il controllo delle scuole e della piazza Santi Filippo e Giacomo, luogo di ingresso del nuovo oratorio”.