Crema – Tragedia in A21; il corpo di Mira vola in Marocco

Saranno celebrati in Marocco, terra d’origine della famiglia, i funerali di Mira El Arsaoui, 19enne residente a Crema, deceduta in un tragico sinistro verificatosi domenica mattina poco dopo le 8 lungo la A21 tra i caselli autostradali di Asti Est e Asti Ovest. Ieri il corpo della giovane è rimasto in obitorio per ricevere l’estremo saluto dei tanti amici e conoscenti prima del rimpatrio della salma stabilito dalle autorità governative marocchine.

La giovane studentessa del Liceo di Scienze Umane di Crema si trovava seduta sul sedile posteriore della Ford Fiesta di un’amica. Accanto a lei una 16enne rimasta gravemente ferita e trasportata d’urgenza all’ospedale di Torino dove ha iniziato la sua battaglia per la vita. La vettura è stata tamponata violentemente da un Ford Transit in direzione Torino. Impatto violentissimo che ha letteralmente distrutto tutta la parte posteriore dell’utilitaria. Mentre chi sedeva sui sedili anteriori ha riportato solo lievi lesioni, le due amiche che si trovavano sedute dietro hanno avuto le conseguenze peggiori. Mira, residente a Crema in via Toffetti, è spirata sul colpo, inutili i tentativi dei medici del 118 di rianimarla. Gravi lesioni per la 16enne che si trovava al suo fianco.

L’autostrada è stata chiusa al traffico nel tratto compreso tra i due caselli. Sul posto la polstrada per la ricostruzione della dinamica del sinistro. Tutto è ancora da definire con certezza, sembrerebbe che la Ford Fiesta si sia immessa sulla corsia dell’A21 da un’area di sosta senza avvedersi del sopraggiungere del Transit.