CREMA – Il cremasco Renato Ancorotti presidente designato di Cosmetica Italia

L'imprenditore cremasco presidente designato di Cosmetica Italia

All’imprenditore cremasco Renato Ancorotti è stato assegnato un prestigioso incarico: la Giunta dell’Associazione nazionale delle imprese cosmetiche lo ha designato presidente di Cosmetica Italia per il prossimo mandato triennale 2018-2021.
L’ufficialità arriverà dopo l’elezione formale che si svolgerà giovedì 21 giugno prossimo, a Palazzo Visconti, in occasione dell’assemblea annuale.
Ancorotti, presidente dell’omonima azienda specializzata nella produzione di cosmetici conto terzi, subentrerà a Fabio Rossello, della Paglieri SpA, che dal 2011 guida l’associazione delle imprese cosmetiche che nei sette anni del suo mandato si è fortemente concentrato sul rafforzamento della reputazione del settore in Italia e all’estero.
Il comparto nel 2017 ha registrato un fatturato globale di 11 miliardi di euro (+4,3%), che diventano 15,7 miliardi di euro se si considerano gli anelli della catena dell’intera filiera: ingredienti, macchinari, imballaggio, prodotto finito. L’export rimane la componente chiave per la crescita dei valori di produzione, segnando un incremento di 8 punti percentuali e arrivando a toccare i 4,7 miliardi di euro. Anche la bilancia commerciale registra un nuovo record, raggiungendo i 2,5 miliardi di euro.
“Accolgo con grande entusiasmo questo importante incarico – commenta Renato Ancorotti – e, facendo tesoro dell’esperienza di chi mi ha preceduto, mi impegnerò per fare in modo che Cosmetica Italia continui a essere il riferimento dell’intero settore e l’interlocutore diretto di stakeholder e istituzioni con l’obiettivo di confermare la cosmesi come eccellenza del made in Italy.”
“La conoscenza e la comprensione delle dinamiche e delle esigenze associative – aggiunge – mi permetteranno, nelle prossime settimane, di definire la squadra che mi affiancherà nel prossimo triennio per lavorare all’implementazione delle proposte indicate nelle linee programmatiche del mio mandato.”
Al nostro concittadino, oltre alle congratulazioni per l’incarico – un riconoscimento tangibile delle sue qualità e competenze imprenditoriali – gli auguri di buon lavoro.