Crema – Il sabato del Museo, patrimonio culturale e legislazione

Un discreto pubblico ha accolto, sabato 7 aprile, l’invito della rassegna Il sabato del Museo che ha proposto, in sala Cremonesi del Museo, a partire dalle ore 16.30 l’incontro con Arianna Visconti, docente dell’università cattolica, invitata dalla Società Storica Cremasca a intervenire sul tema Riorganizzazione delle Soprintendenze e novità legislative: profili penali della riforma dell’esportazione di beni culturali. Dopo un breve excursus nella legislazione italiana che si è occupata del tema per giungere al legge 124 del 2017, Visconti ha precisato che il mercato dei beni culturali nel 2016 è ammontato 66 miliardi di dollari. Le fette di mercato maggiori sono in Usa (40%) e GB (21%), seguono Cina (20%), Francia (7%) etc… l’Italia si attesta su un 2% di mercatoe viene considerato un Paese fonte di beni culturali da commercializzare in maniera del tutto lecita e, spesso illecita. Molti i furti nel nostro Bel Paese, tanti nelle chiese poco custodite; difficile anche definire se un bene è stato acquisito legalemente o illegalmente… una questione molto ampia che economicamente potrebbe incidere notevolmente, in postivo in Italia senza dimenticare il diritto-dovere della conservazione dei beni culturali, perlomeno pubblici per renderli fruibili da tutti, nonché al riparo da furti che li sottrarrebbero ad una loro legittima condivisione