Sportabilità, il progetto approda anche in Sardegna

chicco zucchi mario petrone
Chicco Zucchi con Mario Petrone

Crema fa scuola e il progetto Sportabilità, avviato presso il Centro Giovanile San Luigi, approda in Sardegna, al Lido Del Sole di Golfo degli Aranci, che sarà pronto per accogliere i disabili e per organizzare corsi di sport acquatici dedicati proprio alle persone meno fortunate.

UNA SPIAGGIA ACCESSIBILE

Si chiama Mario Petrone, allena il Pisa calcio e nella vita ha tre grandi amori: la famiglia, lo sport e il mare. Di origine campana, Petrone ha sempre allenato squadre “marittime”, il lavoro lo ha portato a vivere a Napoli, Capri, Malta e da qualche anno si è trasferito a Olbia. Ed è proprio nel Golfo degli Aranci che vuole realizzare il suo sogno: “Consentire a tutti di accedere alla spiaggia, di fare sport e di vivere una giornata in riva al mare”.

L’INCONTRO ILLUMINANTE CON ZUCCHI E SPORTABILITA’

Petrone racconta del suo incontro illuminante con Enrico Zucchi, presidente del Crema 1908, ente capofila del progetto: “L’idea di attrezzare una spiaggia in modo che anche i disabili potessero accedervi mi è venuta 10 anni fa. Il mare è troppo bello per non essere goduto da chiunque lo desideri. Ho fatto un tentativo per realizzare il mio obiettivo ma, all’epoca, non venne accettato. Mi ero rassegnato. Poi ho conosciuto Zucchi e il Progetto Sportabilità. Un incontro illuminante che mi ha chiarito le idee, mi ha dato spunti e mi ha convinto a ripartire. Così il prossimo giugno, sulla scorta del format Sportabilità, il Lido del Sole sarà pronto per accogliere i disabili e per organizzare corsi di sport acquatici dedicati proprio alle persone meno fortunate”.

L’APERTURA IL 1° GIUGNO

Petrone dopo l’incontro con la dirigenza del Crema 1908 è tornato in Sardegna, ha fondato l’associazione ASDMySportabilità e si è rivolto al Comune di Olbia per raccontare quello che aveva in mente di realizzare.
Il progetto è stato accolto positivamente, l’autorità portuale ha aperto il bando di concessione per il Lido del Sole, ASDMySportabilità vi ha partecipato, ottenendo l’autorizzazione a procedere. Dal 1° giugno prossimo aprirà ufficialmente al pubblico.
“Ho fatto l’ordine proprio il 3 aprile di pedane per sedie a rotelle e di ombrelloni rigidi naturali. Vogliamo essere operativi da inizio stagione e siamo pronti ad accogliere chiunque voglia venirci a trovare”, annuncia Petrone.

PROPRIO COME AL SAN LUIGI

“L’obiettivo è quello di creare un luogo per tutti, proprio come il Centro Giovanile San Luigi. Portare il disabile in spiaggia per praticare un’attività sportiva, che sia per motivi terapeutici o per motivi ludici, è ovviamente la finalità del progetto e ci impegneremo per perseguirlo fino alla fine. Ma quest’estate mi basterà vedere un disabile in sedia a rotelle raggiungere l’ombrellone e la riva del mare per sentire di aver già concretizzato buona parte del mio sogno.”