Castelleone – Poliambulatori Brunenghi, novità e gestione interna

L'ingresso dei poliambulatori presso la Fondazione Brunenghi di Castelleone

La Pasqua ha portato una serie di sorprese, alcune annunciate da tempo, alla ‘Brunenghi’. La riapertura di martedì 3 aprile è coincisa, infatti, con l’inaugurazione dei nuovi spazi del Centro di prenotazioni e con l’avvio della gestione diretta dei poliambulatori da parte della fondazione presieduta da Bruno Melzi. Sanitas non è più il soggetto erogatore del servizio. La convenzione che legava l’azienda cremasca alla struttura castelleonese è scaduta. La ‘Brunenghi’ aveva da tempo fatto sapere d’essere interessata a ‘subentrarle’, avendo personale, preparazione e conoscenze per farlo. Così è stato e così sarà per i prossimi 9 anni.

In termini di prestazioni nulla cambierà. Punto prelievi con attività quotidiana garantito, così come le visite urologiche, cardiologiche, neurologiche, ortopediche, dermatologiche ed altro, sino alle ecografie. A tal proposito la strumentazione è stata potenziata con un nuovo ecografo. Il tutto nell’ottica di un consolidamento di quanto sino ad ora fatto e di un potenziamento, laddove possibile, dei servizi erogati.

Il primo step, oltre che all’ambito ecografico, ha riguardato il riordino dei locali d’ingresso. Non c’è più lo scomodo Cup subito dopo la doppia porta d’entrata ma una nuova sala accogliente con posti a sedere e diversi punti cassa e ritiro referti.

Leggi l’articolo in versione integrale su Il Nuovo Torrazzo in edicola sabato 7 aprile