ROTARY: Gianluigi Rosa scende in corda doppia dalla torre civica

Spettacolo ieri sera in piazza Duomo. Il Rotary club, in collaborazione con  RinasciMenti, ha organizzato un evento speciale. Ha inviato Crema Gianluigi Rosa, trentenne trentino, l’atleta che lo scorso agosto ha conquistato la vertiginosa vetta del Campanil Basso di Brenta, senza una gamba, con una protesi speciale. Quindici giorni fa un’altra impresa ciclopica: soprattutto grazie a lui, atleta della nazionale di hockey su slittino, l’Italia ha disputato per la prima volta nella storia una semifinale paralimpica, cedendo di un soffio la medaglia di bronzo ai padroni di casa della Corea del Sud.

L’atleta, grazie alla disponibilità del Comune e della Soprintendenza di Mantova, poco dopo le 18.30 si è calato in corda doppia dalla torre civica. Prima di lui gli alpinisti cremaschi Marcello Palmieri e Pietro Baldrighi, in rappresentanza dei due organismi promotori (rispettivamente Rotary e RinasciMenti). Rosa si è sceso in piazza a corda doppia con i trentini Simone Elmi e Manuel Zambanini, rispettivamente guida alpina e aspirante, presidente e vicepresidente dell’associazione “Dolomiti Open”: il gruppo di amici che ha accompagnato l’atleta paralimpico nell’arrampicata verso la vetta. L’evento, della durata di una mezz’ora circa, è stato annunciato dal suono della campana secentesca del Torrazzo che è la più antica della città. Molti cittadini hanno colto l’invito del Rotary e hanno assistito alla performance, molto applaudita.

Rosa, dopo aver cenato con i suoi accompagnatori presso il Rotary Club Crema, ha riunito nella sala di Santa Maria in Porta Ripalta tutti coloro che hanno voluto conoscere la sua storia di dolore e riscatto. Ha dialogato con Elmi sulla conquista del Campanil Basso e sulla recente esperienza ai giochi di PyeongChang, accompagnando le parole ai vertiginosi video prodotti durante queste imprese. Con loro pure un altro amico della “Dolomiti Open”: il bolognese Alberto Benchimol, da anni convinto promotore di iniziative sportive per disabili fisici e psichici.