CREMA – Padania Acque: chiusa al San Domenico la “Settimana della Buona Acqua”

L'amascotte Glu Glu con il presidente di Padania Acque Claudio Bodini, il sindaco di crema Stefania Bonaldi e l'amministratore delegato della società Alessandro Lanfranchi

Padania Acque ha concluso al San Domenico la “Settimana della Buona Acqua”: manifestazione ideata per celebrare – coinvolgendo alunni e studenti delle scuole del Cremasco – la Giornata mondiale dell’Acqua e a conclusione del progetto didattico T.V.B. Ti Voglio Bere.
L’evento – a cui hanno partecipato il presidente della società Claudio Bodini, l’amministratore delegato Alessandro Lanfranchi e il sindaco Stefania Bonaldi – è stato anche l’occasione per premiare le classi vincitrici del concorso “Glu Glu investigatore”.
Ad aprire l’appuntamento, la coreografia di benvenuto “Unsustainable”, a cura di Paola Posa e Francesca Telli, con le ballerine della scuola Teatrodanza di Cremona che hanno “mostrato” con il linguaggio del corpo la risorsa acqua in rapporto all’inquinamento dovuto ai rifiuti di plastica, in particolare alle bottiglie.
È quindi intervenuto il sindaco di Crema, che ha invitato le scolaresche presenti a “imparare a comportarsi in modo rispettoso nei confronti dell’ambiente: abituarsi a bere l’acqua del rubinetto, che è buona e controllata, dal momento che le bottiglie, invece, diventano subito rifiuti. L’acqua non è un bene scontato e bastano piccoli gesti per preservarla”.
Le ha fatto eco il presidente Bodini, che ha ribadito “l’utile funzione di Padania Acque” e ringraziato le scuole, le insegnanti, gli alunni e tutti coloro che hanno partecipato alla realizzazione di questo importante momento di festa e condivisione. Mentre l’amministratore delegato Lanfranchi ha ricordato che “Padania Acque è una società con oltre 180 collaboratori che quotidianamente lavorano per garantire un servizio di qualità, 24 ore su 24, in tutta la nostra Provincia”.
Son state quindi premiate le 4 classi che hanno partecipato al concorso “Glu Glu investigatore”: al primo posto ex equo, la 2a della Primaria di Madignano, per l’indagine dal titolo “Plastica Rap” e la 5a B del liceo artistico “Munari” di Crema, per le indagini dal titolo “Opera d’acqua” e “Hidden by plastic”; seconda classificata la 4a D del “Munari” per le indagini fotografiche “Inquinamento al giorno d’oggi”, “Lo spreco quotidiano dell’acqua” e “La quotidianità dell’acqua” e terza la classe 5a della Primaria di Genivolta, per l’indagine “L’inquinamento dell’ambiente causato dalle bottiglie di plastica”. Presso le scuole vincitrici Padania Acque installerà il corner “AcquaPoint”, una fontanella che eroga la buona acqua dell’acquedotto refrigerata, a cui tutte le classi potranno attingere, eliminando le bottiglie di plastica.
Applauditissimo infine lo spettacolo teatrale “Abracadacqua: il pianeta che fa acqua da tutte le parti”, messo in scena dalla Compagnia dei Piccoli: una storia divertente e dal valore educativo e ha coinvolto tutti, invitando sul palcoscenico un gruppo di bambini con una missione precisa: aiutare dottor Pozzo (Mattia Cabrini), AcquaDotto (Andrea Migliorini) e la mascotte Glu Glu, l’amico rubinetto, a sistemare la macchina “Abracadacqua” per proteggere, custodire e salvare la risorsa acqua e la Terra dall’inquinamento.