CREMA – Nota del neo consigliere regionale del M5S, Marco Degli Angeli, su Trenord

Palazzo Lombardia e il neo consigliere regionale del M5S, Marco Degli Angeli

Il neo consigliere regionale del M5S, Marco Degli Angeli, ha inviato la seguente nota con la sua posizione sul tema Trenord e lo stato della linea Cremona-Treviglio-Milano.
“Trenord deve rispettare gli impegni e garantire un servizio efficiente. Servono sicurezza, manutenzione e impegni certi e verificabili.
Il Movimento 5 Stelle ha costantemente evidenziato, sia a livello locale che regionale, la situazione di estremo disagio dei pendolari, la grave inefficienza della linea Cremona-Treviglio-Milano e di inadeguatezza del materiale rotabile. Abbiamo sempre auspicato e intuito prima delle istituzioni la necessità di un incontro tra le parti.
Durante il consiglio comunale di Crema del 9 luglio 2012, il consigliere del M5S cremasco, Christian di Feo, aveva attaccato l’indecenza targata Trenord e aveva invitato il sindaco a farsi carico di un incontro urgente tra i sindaci della linea e i vertici  di Trenord per risolvere quella che già ai tempi veniva definita come ‘annosa questione’.
Finalmente, con 6 anni di ritardo e in stato di piena emergenza i sindaci e Trenord sono riusciti a trovare una data comune per incontrarsi.
Su questo tema la mia azione e di tutto il gruppo M5S in Consiglio regionale sarà intransigente.
Trenord deve rispettare gli impegni e garantire un servizio efficiente. Servono risultati, impegni certi e verificabili.
Regione Lombardia deve tornare a svolgere la sua funzione di controllo con serietà, puntualità e intransigenza, per garantire dignità ai pendolari. Chiederemo inoltre l’azzeramento dei vertici e l’eliminazione dei copiosi bonus elargiti senza controllo e che riempiono le tasche di chi sta amministrando una società che sta offrendo solo disservizi. (In allegato lo schema dei bonus e retribuzioni FNM alle pagine 24-27).
In ogni azienda seria un management che non sa trovare soluzioni e definire un piano serio deve andare a casa.
Nel 2016 il gruppo M5s Lombardia aveva denunciato opacità nella selezione del personale di Trenord e premi e promozioni a pioggia. Non è una novità che il trasporto pubblico su rotaia in Lombardia sia gestito con i piedi e i dati pubblicati da un report di queste settimane non fanno che confermare le nostre continue denunce in consiglio regionale (http://www.lombardia5stelle.it/tag/trenord/) .
Regione Lombardia è corresponsabile del disastro gestionale dell’azienda.
Ricordiamo infatti che nell’ottobre 2015 il Consiglio regionale ha bocciato la nostra mozione che impegnava il governatore Maroni e la Giunta affinché venisse preso un impegno nero su bianco che rendesse concreto e possibile lo svolgimento delle nostre funzioni di controllo su aziende che si occupano di un servizio pubblico essenziale alla popolazione lombarda, come quello dei trasporti, e che ricevono vagonate di milioni di euro da Regione Lombardia.
Probabilmente alla giunta non interessava la garanzia di trasparenza di TRENORD, della holding FNM, ed il pieno diritto all’accesso agli atti da parte dei Consiglieri Regionali.”